Quantcast

Banner Gori
Ischia sprecona, Lamarra si supera con Micallo che beffa nel finale,1-1
Calcio - Eccellenza campana

Ischia sprecona, Lamarra si supera con Micallo che beffa nel finale,1-1

PROMOZIONE – ISCHIA – PROCIDA 1-1: Il derby delle isole termina in parità con i gialloblu che vengono beffati nel finale su un calcio di rigore

Si chiude sul risultato di parità il primo derby isolano della stagione giocato su un terreno di gioco quasi al limite della praticabilità per la pioggia costante caduta durante la durata dell’incontro. L’Ischia domina territorialmente il Procida per tutto l’incontro sbagliando un calcio di rigore con Rubino dove lo stesso attaccante insacca in rete di testa,sulla susseguente parata di Lamarra del penalty.

Il Procida trova la rete del pareggio nell’unica occasione in cui riesce ad entrare nell’area dei gialloblu al 92’ per un fallo di mano molto dubbio di Monti. Dal dischetto Micallo spiazza Mennella. Il Procida di Ioviene conquista un pareggio d’oro.

Simone Vicidomini– Il derby delle isole tra Ischia e Procida termina sul risultato di 1-1. Allo stadio “Mazzella” sotto una pioggia incessante ed un terreno di gioco anche abbastanza pesante le due squadre isolane non vanno oltre il pareggio. La squadra di mister Monti ha dominato per quasi l’intero arco della gara,mollando forse qualcosina nei minuti finali dove è arrivata un’altra beffa. Dopo la scorsa settimana sul campo del Sant’Agnello,anche oggi (ieri) si sono lasciati altri punti per strada. Una prestazione sicuramente non positiva da parte dei gialloblu. Non stiamo parlando di una crisi,questo è poco ma sicuro,però una squadra che vuole vincere un campionato deve avere la lucidità e soprattutto quel pizzico di cattiveria in più sotto porta per chiudere prima determinate partite,senza arrivare a subire beffe. Siamo solo alla terza giornata di campionato,però una squadra che si allena dai primi giorni di agosto non riesce ancora ad essere brillante,ma soprattutto alla minima occasione prende gol e per lo più sono già 4 i punti persi per strada con il Pianura vittorioso per 1-0 contro l’Ercolano ha dato un chiaro segnale per la volata in classifica. Un altro punto da aggiungere e quello che riguarda la questione portiere. Oggi (ieri) è stato schierato fra i pali Mennella,alla sua prima ufficiale in questa stagione,con Romano che non figurava tra i convocati,dopo che aveva giocato la partita di Coppa mercoledì contro il Chiaiano. Che si tratti di una bocciatura? In panchina comunque c’èra Mario Di Meglio anche lui classe 2002. Per quanto riguarda il Procida di Iovine, c’è da dire che riesce a portare a casa il massimo da questa partita.Basti pensare che per tutta la partita i procidani non hanno mai tirato nello specchio della porta difesa da Mennella. Il calcio purtroppo è strano,con i biancorossi che sono riusciti ad acciuffare un pareggio in extremis in pieno recupero con un rigore messo a segno da Micallo su un presunto tocco di braccio di Monti (rigore dubbio). Il vero protagonista dell’incontro è stato senza alcun dubbio il portiere Lamarra che ha salvato in più di un’occasione il risultato e i suoi compagni, (Ma cosa ci fa un portiere di questo calibro in Promozione? ) prima su un colpo di testa vincente di Rubino dopo pochi minuti,per poi neutralizzare il penalty battuto dallo stesso attaccante. Dopo un primo tempo,terminato sul risultato di 0-0,nella ripresa è proprio l’Ischia a sbloccare il risultato con uno stacco vincete di testa di Rubino sugli sviluppi della susseguente deviazione di Lamarra dopo il penalty. Dopo il vantaggio c’è da dire che l’Ischia ha avuto anche più volte la possibilità di chiudere la pratica,ma è mancato quel pizzico di lucidità sotto porta. Un Procida come detto in apertura giunto sull’isola verde per cercare di portare a casa un punto,alla fine ci è riuscito conquistandolo in pieno recupero. Un commento va fatto anche sulla direzione di gara da parte del Sign. Scognamiglio dove si è reso anche abbastanza protagonista,soprattutto nell’occasione del calcio di rigore non fischiato ai danni di Sogliuzzo,con quest’ultimo che è stato anche ammonito per simulazione. L’Ischia sale così a quota 5  punti in classifica e vede il bicchiere mezzo vuoto, e continua a perdere terreno dal Pianura (antagonista alla vittoria finale) che continua a vincere. La squadra isolana nel prossimo turno,sabato pomeriggio affronterà allo stadio “Landieri di Scampia”il Plajanum Chiaiano.

LE FORMAZIONI- L’Ischia è stata schierata in campo da Monti con il consueto 4-3-3 che ha visto Mennella tra i pali (la prima in assoluta per l’esperto portiere in questa stagione con Romano che non rientra nemmeno in distinta) la difesa formata da Aiello,Chiariello,Monti e Pistola, il centrocampo con Sogliuzzo,Saurino e Di Meglio (esordio in campionato per il giovane classe 2002 dopo quello in Coppa di mercoledì) in avanti tridente con Rubino che ritorna al centro dell’attacco con Inverini e Castagna ai lati.

Sul versante opposto il Procida guidato da Iovene è costretto a rinunciare a Russo e Cibelli per squalifiche (4 giornate) e Muro e viene schierato in  campo con Lamarra tra i pali,più Lubrano,Annunziata,Mammalella,Micallo,De Luise,Spinelli,Improta,Costagliola L.,Costagliola A e Mazzella.

LAMARRA COSA HAI PRESO – Al 2’ primo tiro nello specchio della porta del Procida: calcio di punizione defilato battuto da Sogliuzzo che serve Castagna cross in mezzo con la retroguardia biancorossa che allontana la sfera arriva al limite dell’area con Di Meglio che ci prova con una conclusione di destro al volo che termina alta sopra la traversa. Al 4’ gialloblu vicino al gol:cross di Pistola al bacio per Rubino che stacca di testa in area con Lamarra che vola all’incrocio dei pali (miracolo) salvando i suoi. Al 22’primo cambio forzato per il Procida: Mazzella si accascia in campo per un problema muscolare al suo posto entra Pianese (ultimo acquisto per meglio dire un ritorno annunciato in settimana). Al 30’ Castagna recupera palla salta un avversario in dribbling e con la coda dell’occhio serve in profondità Rubino che scatta con i tempi giusti defilato sulla fascia e va alla conclusione con la sfera che termina di un soffio fuori con Lamarra che anche in quest’occasione.

RIGORE SI O NO?  Al 36’ calcio di punizione battuto sulla sinistra da Sogliuzzo che incredibilmente da l’illusione del gol con il pallone che però termina fuori. Al 42’ il Sign. Scognamiglio ammonisce Castagna per un intervento falloso a centrocampo, con mister Monti che non è d’accordo della decisione. Dopo pochi minuti,il difensore Micallo dei biancorossi nel protestare con il tecnico isolano,entrambi vengono ammoniti. Al 44’ il direttore di gara si rende ancora una volta protagonista,dopo l’episodio di pochi minuti fa ,Sogliuzzo viene atterrato in area di rigore ma l’arbitro incredibilmente estrae il cartellino giallo per simulazione. La prima frazione di gioco termina sul risultato di 0-0 dopo tre minuti di recupero.

LA RIPRESA– Al 53’ Castagna ruba palla nella metà campo e va via in velocità arriva al limite dell’area ma viene contrasto con la sfera che viene rimpallata e arriva a Pistola sulla sinistra che va alla conclusione ma ancora una volta Lamarra si supera mettendoci una pezza. Al 57’ sale in cattedra Sogliuzzo che ruba palla dal limite dell’area e va alla conclusione,con Lamarra che si salva in calcio d’angolo.

LAMARRA SARACINESCA,RUBINO SI FA PERDONARE- Al 62’ calcio d’angolo battuto sul primo palo da Pistola con Castagna che viene messo giù in area,per il direttore di gara non ci sono dubbi che indica il penalty. Dagli undici metri va Rubino con Lamarra che para e devia in corner. Ma è il preludio al gol. Sulla battuta del calcio d’angolo da parte di Castagna, stacco di testa vincente di Rubino che insacca in rete per il vantaggio (meritato dei gialloblu) e si fa perdonare l’errore dal dischetto di poco fa,facendo esplodere il Mazzella con i suoi supporters.

CHE BEFFA,MICALLO NON PERDONA– 64’ Cambio per il Procida fuori Spinelli dentro Veneziano. Da qui in poi inizia la girandola di cambi per il Procida escono Lubrano,Mammella e De Luise e dentro Vanzanella,Cerase e Ambrosino. Tra le file dell’Ischia al 77’ primo cambio con Sogliuzzo che esce tra gli applausi e dentro Arcamone. Il cronometro scorre quando si arriva al minuto 86’ che mister Monti decide di mandare in campo Iattarelli al posto di Rubino l’autore del momentaneo vantaggio gialloblu. Al 91’ Iattarelli con una giocata a centrocampo salta un avversario e serve nello spazio Castagna che va via in velocità,arriva a tu per tu con Lamarra che riesce a deviare all’ultimo,ma incredibilmente l’arbitro non assegna il corner. Sul capovolgimento opposto,gli ospiti scodellano un pallone in area di rigore che tocca braccio e coscia di Monti,con l’arbitro che indica il dischetto,proteste anche abbastanza forti dei gialloblu verso il direttore di gara per l’assegnazione del rigore. Sul dischetto va Micallo che pareggia i conti. Dopo 6’ di recupero la gara termina sul risultato di 1-1.

ISCHIA 1
PROCIDA 1

ISCHIA:Mennella,Aiello(94’ Esposito)Pistola,Saurino,Chiariello,Monti,Inverini,Di Meglio N,Rubino (87’ Iattarelli) Sogliuzzo (78’ Arcamone) Castagna. A.disp.Di Meglio M,Di Sapia,Ferrari, Trani.L,Accurso,Trani.M. All.Giuseppe Billone Monti

PROCIDA:Lamarra,Lubrano(79’ Vanzanella)Annunziata,Mammalella (83’Cerase) Micallo,De Luise(87’ Ambrosino)Spinelli(64’Veneziano)Improta,Costagliola.L,Costagliola A,Mazzella (22’Pianese)  A disp.Atteo,Peluso,Calise. All.Giovanni Iovine

Arbitro: Alessandro Scognamiglio della sezione di Ercolano (Assistenti Mario Meo e Gianluca Ceriello di Nola)

Reti:63’ Rubino (I) 93’ rig.Micallo (P)

Ammoniti:Castagna,Aiello,Monti,Monti allenatore,Sogliuzzo, Di Meglio N. (I) Costagliola.L,Micallo,Lubrano all.sec. (P)

Calci d’angolo:5-1

Note: 62’Rubino si fa parare un calcio di rigore da Lamarra.

Recupero:3’.p.t.- 6’s.t.

Spettatori: circa 200

 

 

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più