Quantcast
Banner Gori
Napoli United, Gargiulo: "Nel sistema calcio noi siamo gli ultimi"
Calcio - Eccellenza campana

Napoli United, Gargiulo: “Nel sistema calcio noi siamo gli ultimi”

Il Patron del Napoli United non le manda a dire. <<Siamo l’ultima ruota del carro>>

Dichiarazioni pesanti da parte del patron del Napoli United, Antonio Gargiulo, che in un intervista rilasciata al sito Sportcampania,nello spiegare il motivo del trasloco da Mugnano al rinnovato campo del quartiere napoletano della Sanità. l L“Vallefuoco” è una parte della nostra storia, ci mancherà sicuramente, ci siamo trovati benissimo. Lasciamo un pezzo di storia e un pezzo di cuore, ma dopo tanti anni è giusto tornare a Napoli. 

Il nostro progetto nasce e continua con l’intento di integrare le diverse etnie. Vogliamo imporci come seconda squadra di Napoli e per continuare nel nostro obiettivo quale posto migliore se non la Sanità”. Nelle scorse settimane, infatti, in seguito alla decisione di sospendere i campionati regionali, a Piazza del Plebiscito era stata organizzata una manifestazione. Ottima rappresentanza proprio da parte del Napoli United, con il presidente Gargiulo in prima fila.

“Siamo l’ultima ruota del carro. L’hanno dimostrato. Nel sistema calcio noi siamo gli ultimi, il professionismo che muove tanti soldi è l’unico che interessa. Sarebbe bastato poco per aiutarci, una parte dei proventi della Lega A invece non è stato fatto. Ci hanno bloccati, non ci hanno dato un protocollo che prevenisse il proliferarsi del virus, che si potesse eseguire. Non si considera la quantità di persone che lavorano dietro le quinte. Tutto questo va denunciato in modo forte. Nelle altre nazioni sono stati aiutati, mentre in Italia no. Non hanno ancora capito che se i dilettanti si fermano si fermano tutti. I dilettanti e le scuole calcio sono coloro che formano i calciatori. Non parlo solo di calcio, ma parlo di sportivi in generale”.

Obiettivi del Napoli United in questo campionato di Eccellenza: “Quest’anno abbiamo deciso di rinnovarci un po’. Abbiamo cambiato nome, allenatore, calciatori. Ci siamo riorganizzati. Sicuramente non sarà semplice quest’anno. Il nostro obiettivo è cercare di continuare il progetto di crescita, ma quest’anno è tutto strano. Non abbiamo certezze e non sappiamo se e come si riprenderà. Se ci sarà un solo girone o due, se ci saranno i play-off o meno. Senza dimenticare che ci sono molte squadre attrezzate, quindi ci sarà da combattere”. 

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più