Quantcast
Banner Gori
Ischia, un pareggio amaro e stretto contro il Sant’Agnello finisce 2-2
Calcio - Eccellenza campana

Ischia, un pareggio amaro e stretto contro il Sant’Agnello finisce 2-2

PROMOZIONE-SANT’AGNELLO-ISCHIA 2-2:i gialloblu steccano la prima trasferta del campionato riuscendo a portare a casa soltanto un punto,dopo una trasferta davvero assurda

Gialloblu avanti con Sogliuzzo (seconda rete in campionato), abile a sfruttare una bella combinazione con Iattarelli. Nella ripresa, in 60 secondi l’1-2 dei padroni di casa, ma Romano fa una papera colossale. Poi Invernini pareggia i conti su assist di Castagna

L’Ischia sale a 4 punti e perde terreno da quella che oggi pare essere la sola antagonista per la vittoria finale, il Pianura, vittorioso a Santa Maria la Carità. Domenica prossima, al Mazzella, ci sarà il derby con un Procida che non ha un campo dove allenarsi.

Simone Vicidomini – L’Ischia torna dalla trasferta (e che trasferta, il viaggio della speranza per gli isolani che sono rimasti bloccati in un incidente all’altezza di Castellammare) in casa del Sant’Agnello con un solo punto in più in classifica. I gialloblu, pareggiano 2-2 al Comunale della città sita sulla Costiera, ma possono recriminare per come è arrivato il risultato. La squadra di Billone Monti, dopo qualche impaccio iniziale si scioglie e passa con Sogliuzzo (seconda rete in campionato) già al quarto d’ora (bella combinazione con Iattarelli). L’Ischia pare essere riuscita ad indirizzare il match, anche se il Sant’Agnello segna ma vede la rete essere annullata per fuorigioco. Ritmo non altissimo anche nella ripresa, ma in 60 secondi la squadra isolana va addirittura sotto. Prima Cacace indovina l’angolo da fuori area, poi su un lancio lungo, il giovane portiere Romano fa una papera clamorosa, lasciando a Breglia la possibilità di portare avanti i suoi. Menomale che, un paio di minuti dopo lo choccante vantaggio dei padroni di casa, Invernini pareggia su assist di un funambolico Castagna. L’Ischia sale a 4 punti e perde terreno da quella che oggi pare essere la sola antagonista per la vittoria finale, il Pianura, vittorioso a Santa Maria la Carità. Domenica prossima, al Mazzella, ci sarà il derby con un Procida che non ha un campo dove allenarsi.

LE FORMAZIONI- L’Ischia deve rinunciare a Rubino per problemi lavorativi e Abbandonato fermo ai box, prima convocazione per Accurso e Gigio Trani. Mister Billone Monti ha schierato in campo la sua squadra con un 4-3-3 che ha visto Romano a difesa della porta, la linea difensiva formata da Aiello, Monti, Chiariello e Pistola, il centrocampo composto da Sogliuzzo, Arcamone e Saurino in avanti tridente con Iattarelli punta centrale e Invernini e Castagna ai lati.
Sul fronte opposto i padroni casa scesi in campo con la classica maglia arancione e nera sono stati schierati in campo da mister Russo con un 4-3-3 che ha visto Belviso fra i pali più Davide, Vicedomini, Porzio, Di Gregorio, Inserra, Del Sorbo, Esposito, Balzano, Cacace e Gallifuoco.

LA PARTITA – La gara è iniziata con 15 ‘ di ritardo dovuta all’Ischia che è rimasta bloccata nel traffico per un incidente  verso Castellammare dove soltanto dopo le 15 è giunta al comunale di Sant’Agnello. L’Inizio di gara vede padroneggiare i locali con un pressing intenso sui giocatori isolani, che forse non si aspettavano tutto questo. Dopo i primi 5′ i gialloblu si fanno vivi nella metà campo dove iniziano a giochicchiare qualche palla. Al 8′ ci prova Sogliuzzo con una conclusione defilata ma il suo tentativo e facile presa per Belvisio. Al 10’ è ancora l’Ischia a provarci questa volta con Arcamone che ci prova dal limite dell’area dopo un rinvio corto da parte della difesa locale, la sfera termina di poco alta sopra la traversa. Ma è il preludio al gol.

SOGLIUZZO CHE FREDDEZZA – Al 15′ l’Ischia si porta in vantaggio: contropiede fulmineo degli isolani imbastito da Sogliuzzo nella metà campo che serve Iattarelli scambio uno-due fra le linee che mette a tu per tu il numero 10 ischitano davanti a Belvisio e con freddezza deposita in rete il gol dell’1-0. Al 19′ il Sant’Agnello trova il gol del pareggio sugli sviluppi di un calcio di punizione dai 25 metri scodellato in area sul secondo palo con Cacace che appoggia in rete, ma l’arbitro ferma tutto per posizione di off-side. Al 37′ altro calcio di punizione dal limite per il Sant’Agnello (fallo commesso da Sogliuzzo che viene ammonito) ci prova Balzano a piazzarla ma Romano è attento e blocca a terra con sicurezza. La gara cala di intensità dovuta alla temperatura estiva. Dopo 1′ di recupero le due squadre vanno al riposo, con l’allenatore del Sant’Agnello che viene ammonito dal Direttore di gara per eccessive proteste su falli non fischiati. L’Ischia va al riposo in vantaggio per una rete a zero.

SOLO CAMBI- La seconda frazione di gioco si apre con un cambio tra le file dei padroni casa: esce Del Sorbo ed entra Gargiulo. Stesso copione dei primi minuti della prima frazione di gioco. Al 58′ doppio cambio per il Sant’Agnello dentro Breglia (che risulterà decisivo) e Caracciolo ed escono Gallifuoco e Davide. Con il passare dei minuti la partita cala di intensità con un’Ischia davvero in balia del gioco degli avversari.

DAL PARADISO ALL’INFERNO – Al 74′ arriva il pareggio dei locali: Cacace trova il gol della domenica con una conclusione da fuori area a giro che termina nell’angolo alto alla sinistra di Romano che vale l’1-1. Un giro di lancette più tardi accade l’impossibile: lancio lungo dalla metà campo del Sant’Agnello che scavalca la retroguardia gialloblu con Romano che incredibilmente si fa scivolare la sfera dalle mani, cerca di recuperare in extremis ma Breglia e più lesto di tutti a depositare in rete il gol dell’incredibile vantaggio locale. Billone è incredulo sulla panchina. Nel momento migliore del Sant’Agnello l’Ischia trova il pareggio al 77′: Castagna con una serie di dribbling entra in area cross basso sul secondo palo con Invernini che insacca in rete il 2-2. Al 87′ i gialloblu hanno l’occasione di capovolgere nuovamente il risultato per il 2-3 finale: ripartenza con Gigio Trani neo entrato che lancia in profondità Sogliuzzo che va via sulla fascia cross sul secondo palo ancora Invernini si inserisce con i tempi giusti ma la sua conclusione termina sopra la traversa di poco. Dopo 5′ di recupero finisce il match sul risultato di 2-2, tanta amarezza per questo pareggio ma in fin dei conti per come si era messa la gara è un punto d’oro.

SANT’AGNELLO     2
ISCHIA          2

SANT’AGNELLO: Belviso, Davide (58′ Caracciolo), Vicedomini (88′ Di Somma), Porzio, Di Gregorio, Inserra, Del Sorbo (46′ Gargiulo, 80′ Langella), Esposito, Balzano, Cacace, Gallifuoco (58’Breglia). A disposizione: Reale, Rega, Mastellone, Longobardi. All.: Russo Giulio

ISCHIA: Romano, Aiello, Pistola, Saurino, Chiariello, Monti, Invernini, Iattarelli (85′ Trani.L), Sogliuzzo, Castagna. A disposizione: Mennella, Esposito, Trani. M, Ferrandino, Di Meglio, Di Sapia, Ferrari, Accurso. All.: Giuseppe Monti.

Aribitro: Francesco Nappo della sezione di Ercolano (Assistenti Andrea Nazzaro di Napoli e Lorenzo Martello di Torre del Greco

Reti:15′ Sogliuzzo (I), 74’ Cacace (S), 75’ Breglia (S), 77′ Invernini (I)

Ammoniti: Davide, Vicedomini, Del Sorbo, Russo Giulio Allenatore (S.A); Saurino, Chiariello, Invernini, Sogliuzzo (I)

Calcio d’angolo: 3-5

Recupero:1’p.t, 5′ s.t

Note: partita giocata a porte chiuse e iniziata con 15′ di ritardo

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più