Quantcast

coach marco calvani givova scafati
Basket

Givova Scafati, coach Calvani: “Mostrati segnali di crescita, evidenziati anche aspetti da migliorare”

Continua l’imbattibilità della Givova Scafati che si aggiudica il Trofeo “Lido Delle Rose” giunto alla settantatreesima edizione

La Givova Scafati continua a mantenere la propria imbattibilità aggiudicandosi il 73° Trofeo “Lido Delle Rose”, dopo aver superato al PalaMaggetti di Roseto Degli Abruzzi prima in semifinale Termoforgia Jesi (83-101) e poi in finale Roseto Sharks (78-84), padroni di casa.

L’approccio veemente con la prima sfida della Givova Scafati è valso sin da subito quel vantaggio, che ha poi permesso al collettivo gialloblù di gestire fino alla fine ogni singolo possesso ed incamerare il successo, con grande attenzione e concentrazione.

Queste le dichiarazioni di coach Marco Calvani al termine del match: «In semifinale abbiamo giocato con grande fluidità offensiva per circa 35’ e siamo riusciti a fare un buon lavoro difensivo per circa tre quarti di gioco, tenendo l’avversario ad un punteggio basso. Poi, però, abbiamo difensivamente mollato nell’ultima frazione e lo stesso abbiamo fatto anche in attacco negli ultimi 5’. Nella finale, invece, abbiamo avuto maggiori insidie dettate dal gran caldo e da un avversario che, essendo stato già superato in questo precampionato, era motivato e sapeva cosa fare per metterci in difficoltà. Il primo quarto è stato di studio, nel secondo abbiamo allungato e nel terzo abbiamo incrementato il vantaggio, per poi mollare nell’ultima frazione, quando abbiamo subito la pressione avversaria, nel momento in cui invece avremmo dovuto decelerare e far addormentare la partita. Nel complesso, posso dire che la cosa peggiore della partita è stata rappresentata dal nostro attacco. Ciononostante, abbiamo mostrato segnali di crescita, ma anche evidenziato molti aspetti sui quali dobbiamo continuare a lavorare in queste tre settimane che mancano prima dell’inizio del campionato, facendo tesoro degli impegni fin qui disputati e di quelli che prossimamente andremo a disputare. Infine, voglio ringraziare Tommasini e Contento, i quali, pur se affetti da una forma di virus intestinale (che, in una forma più grave, ha invece tenuto fermo ai box Sgobba), hanno profuso grande impegno in campo».

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania