Quantcast

Banner Gori
scuole luigi de magistris napoli
Senza categoria

Napoli, De Magistris tira le orecchie al Governo e alla Regione: “Scarso interesse nei confronti delle scuole”

Napoli, De Magistris tira le orecchie al Governo e alla Regione: “Scarso interesse nei confronti delle scuole, troppo distratti dalla campagna elettorale”

Il Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ha pubblicato un lungo post su facebook con il quale ha denunciato lo scarso interesse della politica nazionale e della Regione nei confronti delle misure da attuare per permettere il rientro a scuola con massima sicurezza:

Tra poco dovrebbero cominciare le scuole, ma governo nazionale e regioni continuano a tentennare. Eppure l’inizio dell’anno scolastico si sapeva da mesi. Senza scuole non esiste tessuto democratico, ma evidentemente sono troppo presi dalla campagna elettorale. Sembra che ad alcuni politici interessi solo quello, portare a casa poltrone e potere. Se ne importano assai poco dei problemi e dei guai del popolo italiano, per non parlare delle diffuse inadeguatezze istituzionali.” ha riferito il primo cittadino partenopeo.

“Nel frattempo i contagi aumentano e viene fuori in tutta la sua evidenza la miserevole inefficacia della propaganda politica del lanciafiamme campano. Avevamo chiesto più tamponi ma la nostra regione risulta sempre tra le ultime. Perché? Avevamo chiesto a marzo, a maggio e a luglio, quando ci sono state le varie aperture nel nostro Paese, di fare tamponi a chi viaggiava, ma solo da pochi giorni si comincia a fare qualcosa. Perché? Abbiamo chiesto di sapere se in questi mesi siano state rafforzate le reti territoriali sanitarie, i medici e gli infermieri in prima linea, ambulatori, presidi ospedalieri e di prossimità, dispostivi di sicurezza. Tutto tace. Perché? Avevamo chiesto di sapere che fine avesse fatto la proposta di scioglimento per camorra dell’Asl Napoli 1 che sta gestendo prevenzione della salute in città e fiumi di denaro pubblico. Ma evidentemente il tema non è prioritario per il Governo. Eppure sarebbe interesse anche delle tante donne ed uomini che lavorano con competenza e coraggio nella più grande azienda sanitaria del Sud. Perché questo silenzio?”

Ebbene, sono in tanti evidentemente ad essere troppo impegnati a fare liste elettorali bulimiche dove si saggia il disgusto di una macedonia andata a male. Ormai è noto a tanti che la pandemia serve anche per fare campagna elettorale e fare voti, sulla pelle della gente e sfruttando le paure delle persone.
Per non parlare delle risorse ai Comuni, per il trasporto pubblico: moltissime promesse, impegni presi, ma poco o nulla ancora arrivato in cassa. Eppure inizieremo settembre ancora con il limite del 30% di utenza sui mezzi pubblici. Un dramma annunciato. La risposta del Governo? Potenziate i mezzi. Ottima soluzione! Con quali soldi? Così continuando rischiamo di chiuderlo il servizio pubblico, senza soldi e senza mezzi, altro che potenziarlo!

Nonostante ciò, noi non ci arrendiamo, non possiamo arrenderci, non ci appartiene la resa. Abbiamo deciso di restare lontani da questa melma politica e di rimanere, invece, al timone, nella tempesta sanitaria, sociale, economica e lavorativa. Ci dobbiamo salvare tutti insieme, senza lasciare nessuno con il cerino delle responsabilità in mano. Ce la possiamo e ce la dobbiamo fare, coniugando sicurezza e ripresa della vita della città.

 

Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Avatar

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più