Quantcast

Banner Gori
Senza categoria

Castellammare, Villa Arianna chiusa al pubblico da due mesi: lavori di messa in sicurezza caduti nell’oblio

Castellammare, Villa Arianna chiusa al pubblico da due mesi: lavori di messa in sicurezza caduti nell’oblio

Domani, 29 dicembre, ricorrono due mesi dal devastante evento meteorologico che ha messo in ginocchio la città di Castellammare e buona parte dei comuni della Regione Campania. La maggior parte dei danni creati dalle raffiche di vento che in quell’occasione superarono i 100km/h sono stati già riparati, mentre di altri, come quelli arrecati alle ville degli Scavi di Stabiae, in particolare Villa Arianna, non si sente più parlare.
L’antica villa, che insieme a Villa San Marco rappresenta il patrimonio archeologico della città, inizialmente adottata dall’Amministrazione Cimmino come simbolo di rilancio della città stabiese attraverso alcune iniziative come le visite guidate di notte, è interdetta al pubblico da due mesi.
I danni arrecati dal maltempo del 29 ottobre scorso spinsero la Soprintendenza archeologica di Pompei a chiudere l’antica dimora patrizia, per consentire la messa in sicurezza delle coperture dell’atrio. Da allora, denunciano i colleghi de IlRoma, non si hanno notizie né dell’entità del danno subito dalla villa antica né di eventuali progetti di rimessa in sicurezza delle sale danneggiate. Silenzio anche sulle previsioni di riapertura al pubblico.
La Villa, che purtroppo non è nuova a scempi del genere, nel corso degli anni è diventata luogo di razzie di “tombaroli”, “collezionisti” di opere d’arte illegalmente trafugate e vandali.
La Soprintendenza aveva progettato di rilanciare il sito che versava sostanzialmente in stato di abbandono, affidando una delle sale più belle a una performance artistica di Lara Favaretto.
L’evento artistico avrebbe dovuto accompagnare i cittadini stabiesi e i turisti per tutto il mese di novembre. Poi il nubifragio.
Di Villa Arianna oggi si sa soltanto quanto scritto nel sito della Soprintendenza: “resterà chiusa per consentire la messa in sicurezza delle coperture dell’atrio, danneggiate dal forte vento e dal maltempo straordinario”.

Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Avatar

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più