Quantcast

Banner Gori
ospedale san leonardo castellammare foto free pagina facebook Campania Emergenza 1
Senza categoria

San Leonardo, i sindacati attaccano la Direzione Sanitaria: “Servono misure urgentissime”

Ospedale San Leonardo di Castellammare, i sindacati attaccano la Direzione Sanitaria sulla gestione dell’emergenza Coronavirus: “Servono misure urgentissime”
CASTELLAMMARE DI STABIAGli operatori tutti del San Leonardo dalla Dirigenza Medica al personale dell’area comparto dicono BASTA alla gestione del Direttore Sanitario per l’emergenza riguardante il Covid-19 e non solo….. Infatti tutte le disposizioni del Ministero della Salute sono state emanate per garantire la tutela dei lavoratori ai fini di possibili contagi dal Covid-19 mediante l’utilizzo di dispositivi di protezione individuale e sanificazione degli ambienti di lavoro. Il Direttore Sanitario nello specifico è stato così “bravo” e “ligio” al suo “non dovere” di responsabile sanitario da non applicare e violare le normative previste dalle disposizione vigenti.” La denuncia arriva dal Sindacato Fials dopo i numerosi dubbi sollevati nelle scorse ore sulla gestione dell’emergenza coronavirus all’interno del nosocomio stabiese.
“Sa il Direttore Sanitario che i lavoratori prima di iniziare il turno lavorativo devono essere dotati di tutti i D.P.I??
Sa il Direttore Sanitario quando si parla ‘di pulizia e sanificazione degli ambienti di lavoro’??
Più volte durante questo periodo è stata e viene continuamente violata la normativa dell’ABC della prevenzione prevista per la pianificazione e sanificazione al fine di evitare i contagi negli ambienti lavorativi.
Ci domandiamo: Quando e quali locali sono stati bonificati nell’Ospedale S. Leonardo? I locali sono a norma?
DPI altro punto dolentissimo: Gli operatori tutti dal primo momento si sono trovati in una SITUAZIONE DI DISAGIO dove tutt’ora si trovano per mancanza di DPI a partire dai guanti, occhiali, tute, camici e calzari. Tutto ciò non solo è ASSURDO, ma DISUMANO per i lavoratori costretti per la professionalità, l’abnegazione e l’attaccamento al proprio lavoro in un momento di particolare emergenza dove vi è concesso un solo DPI ad assistere un paziente positivo al Covid-19 e allo stesso tempo per l’assistenza con lo stesso DPI ad un paziente sospetto in attesa di tampone. INAMISSIBILE, INACETTABILE, e umanamente impossibile che gli operatori sono costretti ad indossare lo stesso DPI nelle “ore lavorative notturne”.
Ci domandiamo ancora se lo stesso operatore necessità di un bisogno fisiologico, allo stesso viene negato di fare “pipi”… o altro in mancanza di DPI come capita durante le 11 ore di lavoro notturno. La FIALS ASLNA3Sud da sempre responsabile e collaborativa per la risoluzione dei problemi dei lavoratori e consentiteci anche dell’azienda, denuncia all’opinione pubblica e ai mass media e alla stessa direzione strategica ciò che accade continuamente nel nostro glorioso S. Leonardo. Bisogna procedere con immediatezza ad effettuare tampone a tutti gli operatori in primis a quelle UU.OO.CC. dove sono stati registrati pazienti positivi al Covid-19.
Cosa è stato fatto per quanto accaduto nel reparto di Ostetricia e Ginecologia, Blocco Operatorio, Neonatologia-TIN e Pronto Soccorso? Tutto ciò è semplicemente inaudito e scandaloso che a nessuno operatore in servizio nei reparti di cui sopra siano stati effettuati i relativi tamponi oro-faringeo.
Su questo tema la FIALS non farà sconti a nessuno! Siamo preoccupati anzi molto preoccupati delle condizioni di salute degli operatori tutti e dell’intera popolazione di ciò che accade nei locali del pronto soccorso. Facciamo appello alla Direzione Strategica dell’azienda affinché ci sia un intervento autorevole, che accompagni questo Direttore Sanitario a decisioni coraggiose urgentissime ed indifferibili, al fine di evitare di essere etichettati la maglia nera della sanità d’Italia, nel mentre si resta in attesa di riscontro urgentissimo che le SS.LL. in indirizzo dovranno adottare al fine di mettere un punto fermo a questo stato di letargo comatoso che continua imperterrito si dichiara lo stato di agitazione di tutto il personale”
Firmato
Il Responsabile Territoriale
Gennaro Iovino
Delegati RSU
A. Ascione, A. Cascone, R. Guadagno,
M. Falduti, A. Monachese, A. Serpico
Il responsabile SAS P.O. S. Leonardo
C. Palomba
Castellammare san Leonardo
Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Avatar

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più