Quantcast

Sud - terza pagina

Pizzeria Sorbillo, flop a New York: i giornali gastronomici americani la bocciano

La pizzeria Sorbillo di New York non supera la prova di Eater, uno dei giornali gastronomici più rinomati d’America: “Una stella su quattro”

“Sono pazzi sti ‘Mmericani” esclamerebbe qualcuno oggi, alla notizia del terribile flop della Pizzeria Sorbillo, aperta poco meno di un anno fa a New York. Secondo le recensioni di alcuni giornali gastronomici, il servizio della “sede” americana – considerata il fiore all’occhiello della catena di ristoranti inaugurati da Gino Sorbillo –  in realtà non sarebbe così tanto buono e si è guadagnato solo una misera stella su quattro. La pizzeria, diventata un vero e proprio brand, è stata decorata con numerosi richiami alla tradizione napoletana dai quali spiccano i ritratti dei membri della famiglia Sorbillo, storici pizzaioli da sempre e frasi che inneggiano ai sapori partenopei e in particolare alla regina, sua maestà la pizza.

In particolare, le recensioni sul menù di Eater, uno dei giornali gastronomici più rinomati d’America sono tutt’altro che positive. Nonostante l’articolo riconosca la genuinità di prodotti come la mozzarella, i pomodori San Marzano e l’olio extra vergine di oliva, boccia le pizze particolari, quelle con sopra prodotti non consuetudinari. Addirittura il giornale avrebbe accomunato “la Firenze con i funghi”, dal costo di 30 dollari e “l’Alba con il tartufo nero”, 35 dollari, al “cibo in scatola”.

 La margherita, 17 dollari, così come altre pizze classiche, sono state promosse con la sufficienza ma giudicate comunque troppo care. Anche gli altri cibi del menù hanno ricevuto una pessima recensione: gnocchi alla sorrentina, pasta alla genovese e ragù sono stati definiti: “cibi ricavati dagli avanzi“. Insomma un vero e proprio fiasco per il grande Gino Sorbillo, considerato – in patria – il più grande pizzaiolo al mondo.
Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

1 Commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Impressionare i NEWYORKESI non e certamente facile!!!! C`e` piu` gastronomia e Italiani a New York che in Italia credetemi…. i critici hanno un palato cosi fine, che anche se non sono italiani ti sanno sicuramente dire o riconoscere se il tartufo nero e di quelli finti in scatola o quello vero d`alba che a dire il vero, se lo fosse la pizza costerebbe dai $70/100 senza esagerare. Gli gnocchi di patate sono famosissimi che ormai quelli di “RANA” non puoi piu venderli come handmade or homemade… rimaniami sulla stupenda,famosa, originale , PIZZA MARGHERITA !!! e nessuno potra` fiatare…..

    Alessandro
    (Miami ) Florida
    United States

SPONSOR

-

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania