Quantcast

Sud - terza pagina

Napoli, ennesimo sfregio al patrimonio storico: rimossi i basoli di Porta Capuana

Comune e Sovrintendenza danno il via libera ai lavori di rimozione dei secolari basoli vesuviani, una delle peculiarità più caratteristiche di Porta Capuana, a Napoli

A causa di alcuni lavori di restyling delle strade del centro storico, il Comune della città di Napoli, in accordo con l’ufficio della Sovrintendenza, ha autorizzato la rimozione dei storici basoli vesuviani che caratterizzano Porta Capuana, una delle zone più importanti di Napoli che in passato rappresentava la  principale porta d’accesso della città nonchè il centro di collegamento per le strade secondarie.

La scelta, che in realtà dovrebbe essere solo temporanea, divide tutti: c’è infatti chi crede che i basoli non verranno mai più riposizionati perché una volta rimossi sarà quasi impossibile incastrarli tra di loro, tagliarli o sagomarli, e chi invece resta fiducioso, nonostante molti di essi siano stati danneggiati.

Qualcuno, invece, teme che i basoli vesuviani saranno sostituiti anche questa volta con quelli in pietra etnea, sicuramente più facili da lavorare ed economici, ma che annulleranno completamente l’antica peculiarità e autenticità del famoso sito d’interesse storico.

“Continua la scandalosa rimozione della pavimentazione lapidea della città perpetrata dal Comune di Napoli con l’avallo della Sovrintendenza. Proseguono i lavori selvaggi di restyling che stanno violando il Codice per la tutela dei Beni Culturali e del Paesaggio e stanno alterando, irrimediabilmente, l’identità storica del territorio“, è con queste parole che Antonio Pariante del Comitato di S. Maria di Portosalvo, scaglia un attacco alla Soprintendenza, speranzoso che il suo grido di ribellione possa fermare tutto questo scempio.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania