Sud - terza pagina

ESCLUSIVA – Sant’Agnello, l’attore G. Amato all’evento “Vietato Morire”:”Basta un attimo per cambiarti la vita”

gaetano amato vietato morire sant'agnello
Sant’Agnello, oggi presso la Tensostruttura in Viale dei Pini, vi è stata la presentazione del corto “La Corsa”, alla base della campagna di sensibilizzazione per la sicurezza stradale

Sant’Agnello, questa mattina, presso la Tensostruttura in Viale dei Pini, si è tenuta la presentazione del cortometraggio “La Corsa”, la cui visione è stata prevista nell’ambito della campagna di sensibilizzazione per la sicurezza stradale, denominata “Vietato Morire”, attuata dal Sindaco della città, Piergiorgio Sagristani. Il corto è stato realizzato, scritto e diretto, dal noto videomaker Lino Esposito, con l’aiuto di Nello Patrone, con la partecipazione dell’attore Gaetano Amato e Vincenzo Astarita. Il tutto è stato reso possibile grazie al supporto dell’Arma dei Carabinieri di Sorrento .

La Redazione di VIVICentro.it è stata presente all’evento, e ha avuto la possibilità di porre delle domande ad un grande attore, originario di Castellammare di Stabia, Gaetano Amato, il quale ha partecipato al cortometraggio “La Corsa”.

E’ stato proiettato questo video documento, che si conclude con una sua frase: “Uno sfizio può valere una vita?”

In effetti, le nostre vite sono sempre condizionate da attimi. Anni fa feci uno spot sui fuochi d’artificio, che mi fu chiesto dal questore di Napoli, ed io concludevo questo spot con una frase: Baste un attimo. E’ talmente tanto breve il momento in cui fai una cazzata, al momento della tragedia; tu non te ne rendi mai conto: possono essere i fuochi, come una distrazione mentre guidi, è un attimo, è uno sfizio, è una cazzata. Questo sfizio, ti schiaccia al muro. Questo video, che io chiamo documento, volendo gli puoi cambiare il finale, ma nella vita reale non puoi tornare indietro. Chi ce lo fa fare per sfizi del genere mettere a repentaglio la vita tua e degli altri. Quell’attimo tu non riesci più a recuperarlo, e come diceva un celebre film “Coglietelo l’attimo, non perdetelo” perchè basta poco e poi non c ‘è più nulla da fare.

Quale è il suo personale messaggio che vorrebbe far arrivare ai giovani che non riescono a cogliere l’importanza della sicurezza su strada?

Siamo stati tutti giovani, in sella ad una moto ci sentiamo come Zorro a cavallo, ma prima di fare una stronzata pensateci, giusto un attimo prima, se ritenete che sia fattibile, fatela, ma se c’è solo una possibilità che non sia così, evitate di farla, perchè con la fortuna che avete, vi capita tra capo e collo proprio quella unica possibilità.

Video a cura di Antonio Gargiulo

a cura di Vincenza Lourdes Varone

RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Vincenza Lourdes Varone

Diplomata al Liceo Classico "Plinio Seniore", successivamente laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Napoli, l'Orientale. Attualmente iscritta al corso di Studi Internazionali presso la stessa università, per il conseguimento della Laurea Magistrale.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania