Quantcast

XI edizione del Faito doc Festval
Sud - terza pagina

Al via la XI edizione del Faito doc Festval: il programma dell’evento

Tutto pronto per la XI edizione del Faito doc Festval prevista il prossimo 6 agosto

La vertigine non è paura di cadere ma voglia di volare’ prende a prestito una delle frasi di una celebre canzone di Jovanotti la direttrice artistica del Faito doc Festval, la documentarista Nathalie Rossetti, per presentare l’undicesima edizione del Festival internazionale del cinema documentario . Festival che come da tradizione si svolgerà sul Monte Faito dal 6 al 12 agosto. Cinema, arte, musica, filosofia, e natura. ‘’Il Faito Doc Festival – ha spiegato nel corso della conferenza stampa la coordinatrice Marika De Rosa – cresce di anno in anno’’. Un appuntamento consolidato che ogni anno richiama sul Monte Faito registi, documentaristi e amanti del cinema documentario da ogni parte del mondo.  E di anno in anno –prosegue De Rosa-  stiamo dando un contributo coinvolgendo enti, istituzioni e associazioni, in primis la Regione e il Comune di Vico Equense, alla rinascita di questa montagna così spettacolare. Il Faito Doc Festival è prima di tutto un festival di cinema di alta qualità ma si propone anche come vetrina, dove esibire le tante bellezze e ricchezze di questa terra. E’ la Vertigine il tema scelto dagli organizzatori per l’edizione 2018 del festival. “Tema altamente cinematografico – spiegano i direttori artistici Nathalie Rossetti e Turi Finocchiaro – la vertigine unisce l’idea di movimento, di circolarità, di scelta, di dualità, di conflitto e pone la questione dell’equilibrio, del visibile e dell’invisibile. E se la vertigine fosse il risultato di un conflitto tra due emozioni: la paura e il desiderio?” Un giuria d’eccezione ospite del festival vedrà con il pubblico i 20 documentari in concorso accompagnati dai registi. A scegliere i vincitori di questa edizione saranno:

Valentina Girodo (Montatrice, Italia), Paolo Civati (regista, Italia), Michèle Philibert (programmatrice ed organizzatrice di eventi culturali, Francia), Gina Petropoulou (Direttrice del Peloponnisos dok Festival, Grecia), Tarek Ben Abdallah (direttore della fotografia, Tunisia) e Alice Diop (regista, Sénégal/Francia). Ma il concorso cinematografico è solo uno degli aspetti che caratterizzano l’undicesima edizione del Faito doc Festival, ai quali va aggiunta la «magia» di una montagna che diventa luogo di incontro tra culture, passioni ed esperienze provenienti da mondi lontani. “Quello del Faito Doc Festival – dichiara il consigliere regionale Alfonso Longobardi – è un evento ormai consolidato e che si rinnova da tempo sul nostro territorio. Rappresenta un importante punto di riferimento culturale estivo perché contribuisce al rilancio ed alla valorizzazione del Faito. La Regione Campania, ed io personalmente, da anni sosteniamo l’iniziativa che è particolarmente apprezzata ed è di richiamo per tanti visitatori e turisti. Come sostengo da tempo – prosegue Longobardi- il Faito è un luogo di grande attrazione e potenzialità, turistica e culturale, che si legano più in generale alla tutela e valorizzazione delle tipicità locali. Si tratta di asset fondamentali per determinare uno sviluppo socio-economico sano e duraturo di un territorio che dopo anni di abbandono sta trovando grazie alla nostra costante attività il giusto e meritato riscontro in termini di tutela e promozione. Il turismo, attraverso la cultura, l’archeologia, le bellezze paesaggistiche e con evento come il Doc Festival sul Monte Faito sono il vero motore di una nuova economia su cui puntare e investire così da stimolare anche le iniziative dei privati e gli investimenti delle imprese. Dopo aver riattivato la Funivia, aver ripristinato alcuni servizi essenziali come l’approvvigionamento idrico, la messa in sicurezza dopo i roghi dello scorso anno sulla montagna, il boom di turisti e di accessi sul Faito rappresenta una grande soddisfazione ed il motivo per fare sempre meglio e di più. Il Faito Doc Festival è una delle molteplici iniziative per il rilancio dell’area ed a breve si potrà concretizzare un altro importante progetto, ovvero quello del Parco Avventura che potrà nascere grazie alla sinergia istituzionale che ho promosso e che darà ulteriore indotto di turisti e visitatori alla zona”.

21 film in concorso. Si parte il giorno 6 con l’inaugurazione del Festival e con l’Incontro e la Proiezione con il coreografo franco-vietnamita Thierry Thieû Niang e alcuni protagonisti di una sequenza di un film – annunciano i due direttori artistici Rossetti e Finocchiaro – tutt’ora in lavorazione L’ORO DEL CAMINO frutto di un primo laboratorio teatrale avvenuto nella Comunità Il Camino centro di psicoterapia residenziale’’. Al centro il concorso cinematografico e poi mostre, camminate, laboratori , concerti ed eventi. Tra le mostre fotografiche I DEI AMANO BALLARE A PIEDI NUDI (di M. Madra, Polonia) e UN VARO LUNGO UNA VITA, i Cantieri Navali della Ciotad guardano Castellammare di Stabia (Francia). Segnaliamo tra gli eventi speciali:

– Durante l’inaugurazione il 6 agosto alle 18.30 il FOCUS sulla Comunità “Il Camino” di Monte Faito con il coreografo T. Thieû Niang (Vietnam) e La Mescla.

– Il concerto dei Tafar de Fuicolar al Belvedere l’8 agosto alle ore 21.30 con una corsa speciale della Funivia fino alle 23.00, grazie alla collaborazione con l’EAV partner della manifestazione.

– La Painting jam – con il pittore Madior Dieng (Senegal) che il 10 agosto alle 18.30 chiuderà la giornata che il festival dedica ai migranti e al tema della migrazione con cinema, parole, musica e pittura.

– L’incontro “Filosofia e Vertigine” con B. Stevens (Belgio) sul pensiero del filosofo KEIJI NISHITANI che si terrà l’ 11 agosto alle 18.30.

– La passeggiata naturalistica, artistica e circense con il Teatro Tocco e il funambulo C. Benegas (Argentina) domenica 12 agosto dalle 11.00 alle 16.30. Per gli appassionati ci sarà invece un LABORATORIO DI CINEMA (dal 7 al 9 agosto dalle 10.00 alle 13.00) diretto da Pol Seif (Libano) attore, musicista e direttore della fotografia, formatosi all’INSAS di Bruxelles. Per i più piccoli si ripete: il LABORATORIO FAITO GIOVANI quest’anno incentrato sulla sonorizzazione e le arti figurative ( dal 7 al 11 agosto dalle 15.00 alle 18.00); l’appuntamento con DOC FOR KIDS, mini rassega a cura di M. Bochet ( Spagna) il giorno venerdì 10 agosto alle ore 10.00. Si chiude Domenica 12 Agosto con l’omaggio a A.Hitchcock presentato da Antonio Maiorino, direttore della “Città incantata”di Nocera preceduto dal cortoDOC sperimentale: ‘Vertigoes’ https://vimeo.com/244823437 ispirato dalla poesia “La Vertigine” di Giovanni Pascoli e dai film di Alfred Hitchcock

 

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

-

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania