Quantcast

Sud - politica

Napoli, Buonavitacola: “Audio di De Luca trapelato per screditare il nostro lavoro, segnaleremo all’autorità giudiziaria”

Buonavitacola commenta l’audio imbarazzante di De Luca contro il Sindaco di Napoli, pubblicato da ilMattino, parlando di “strategia per nascondere i risultati del governo regionale”

Con una nota, il vicepresidente della Giunta regionale della Campania, Fulvio Bonavitacola è intervenuto sulla diatriba De Magistris – De Luca, soffermandosi soprattutto sull’audio trapelato nel quale il Governatore della Regione Campania, con toni non adeguati al contesto, suggerisce ad alcuni cittadini di “sequestrarlo e sputargli in faccia” riferendosi al Sindaco di Napoli.
“Ormai lo hanno capito tutti: c’è una chiara strategia della provocazione che tenta di nascondere gli straordinari risultati del governo regionale” inizia la nota.
“Con puntualità ad orologeria si susseguono ormai da mesi numerose aggressioni. Esse avvengono sia in forma esplicita, come le incursioni violente di cui si sono resi protagonisti sparuti rappresentanti di centri sociali, in piazza Plebiscito, nell’ospedale di Pozzuoli, al Politeama. Ma in altri casi avvengono in forma subdola, come i due consecutivi allarmi bomba alla vigilia dell’iniziativa sulla sanità al Cardarelli, che indicavano la presenza di ordigni proprio nel salone dove si è poi tenuto regolarmente il convegno. O come quelle attuate da soggetti che si fingono di essere portatori d’istanze sociali allo scopo solo di carpire pezzi di conversazioni private nel chiuso di una stanza da registrare di nascosto e diffondere a scopo denigratorio. Guarda caso, le telefonate anonime sul pericolo bomba e la divulgazione della registrazione di una conversazione privata avvengono proprio in concomitanza dell’importante evento promosso dalla Regione sui temi della sanità in Campania. Proprio nella sanità il recente convegno del Cardarelli ha evidenziato i grandi passi in avanti compiuti sui diversi temi (stabilizzazione, tetti di spesa, pagamenti, miglioramento Lea) che potranno motivare entro fine anno la richiesta di uscire dal commissariamento”.

“La strategia della provocazione vuole tentare di nascondere tutto questo. Ma vuole anche evitare il confronto – sottolinea Bonavitacola – che sorge spontaneo fra i risultati del governo regionale e le nullità amministrative di chi sa solo lamentarsi del destino avverso. Queste ripetute e gravissime provocazioni si pongono al di fuori di qualsiasi dialettica politica, anche aspra. Segnaleremo all’autorità giudiziaria tutti gli episodi che si sono verificati, dal primo all’ultimo di martedì scorso, con la truffaldina registrazione di un incontro privato. Quanto al linguaggio usato in tale occasione, non è la prima volta che il Presidente della Regione si esprime con linguaggio popolare quando parla con il popolo, e con lo stile di Kant quando parla con i filosofi. Peraltro, stando al merito delle affermazioni fatte, si tratta solo della ripetizione di concetti già espressi pubblicamente più volte. La verità vincerà sulle miserabili e ripetute provocazioni, che non riusciranno a nascondere i grandi risultati della nostra azione nel governo della Regione”.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania