Sud - politica

Castellammare, la proposta di Scala: “Museo nei locali della Reggia di Quisisana”

La proposta del candidato sindaco alle prossime elezioni di Castellammare di Stabia, Antonio Scala per la Reggia di Quisisana

Castellammare di Stabia – La Reggia di Quisisana continua ad essere il centro del dibattito politico. In merito alla valorizzazione del sito è intervenuto anche il candidato sindaco per Liberi e Uguali, Antonio Scala che chiede la firma del protocollo d’intesa con la Soprintendenza di Pompei. Queste le sue parole:

E’ possibile e necessario, non possiamo lasciarci scappare questa opportunità per dare ai reperti archeologici stabiani una degna collocazione.
Ieri pomeriggio, in occasione del forum della candidatura UNESCO delle residenze borboniche al Sito Reale di Carditello, ho lanciato per il Palazzo Reale di Quisisana la richiesta “Museo subito!” ovvero firmare il protocollo d’intesa con la Soprintendenza di Pompei per avviare subito il trasferimento dei reperti di Stabiae dall’ex Antiquarium al Palazzo Reale di Quisisana, e iniziare immediatamente l’allestimento del Museo Archeologico Stabiano”.

Poi lancia l’appello rivolto a tutti i candidati a sindaco: “Faccio un appello a tutti i candidati a sindaco del Comune di Castellammare affinché chiedano al commissario prefettizio Cupello di non rimandare oltre l’accordo con la Soprintendenza. Il rischio è perdere i fondi già stanziati, di far saltare tutta la progettualità che riguarda la Reggia e il Museo. Non ce lo possiamo permettere, Castellammare non se lo può permettere. Questo argomento richiede una trasversalità, richiede che tutte le forze e gli uomini in campo si compattino per fare fronte comune, nell’interesse esclusivo della città, per raggiungere questo obiettivo”.

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania