Quantcast

Antonio Tonino Scala Castellammare di Stabia Liberi e Uguali
Sud - politica

Castellammare, cittadinanza onoraria a Fincantieri LeU: “Basta annunci è giunto il tempo di fare e di pensare al futuro”

Tonino Scala, consiglere d’opposizione interviene sulla proposta di conferire la cittadinanza onoraria a Fincantieri avanzata dal sindaco di Castellammare di Stabia Gaetano Cimmino

Nella giornata di ieri il sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino ha proposto al consiglio comunale il conferimento della cittadinanza onoraria a Fincantieri. Una proposta che ha lasciato basita l’opposizione: “Scopriamo solo oggi (ieri ndr) che il Consiglio Comunale, convocato, sconvocato e poi riconvocato su Fincantieri altro non era che una passerella per concedere la cittadinanza onoraria alla società” è quanto afferma il consigliere di Liberi e Uguali Tonino Scala.

Nulla in contrario, Castellammare è Fincantieri e come abbiamo ripetuto più volte, se muore l’industria navale muore la città. La politica però oltre agli annunci e alla propaganda ha il diritto dovere di proporre, di fare e di guardare soprattutto al futuro” – continua Scala – “Alla maggioranza che ha vinto le elezioni va bene continuare su questa strada? Bene, noi non vi seguiremo, non parteciperemo al gioco, che dura già da otto mesi, a prendere in giro la città”.

L’ Ad Bono più volte ha ribadito che è pronto a fare investimenti sul cantiere di Castellammare, ma da sola Fincantieri non può farcela. – afferma il rappresentante di LeU – Ci eravamo resi protagonisti nel quinquennio 2005-10, con la nostra presenza in Consiglio Regionale, a far finanziare uno studio di fattibilità per il bacino di costruzione e far rientrare lo stesso nelle grandi opere da finanziare con i fondi europei, poi arrivò il centrodestra al governo della Campania e della città e tutto fu cancellato.

C’è la volontà come città di riprendere un percorso e di chiedere con forza al Presidente De Luca e al Governo nazionale di riprendere la strada interrotta? Il Sindaco, la maggioranza e il consiglio comunale hanno voglia di affrontare nel rispetto dei ruoli, ma, insieme, un percorso per costruire le basi per un futuro che al momento non è proprio roseo? Noi siamo pronti a fare la nostra parte, ma non vi seguiremo sulle farse, anche se di buon gusto.

Noi siamo pronti, insieme a tutti quelli che hanno a cuore gli interessi di Castellammare e del Mezzogiorno, a dire che non è accettabile che per lotte di potere all’interno del Governo, tese ad assicurare al Presidente del gruppo ruoli e compiti che indebolirebbero la figura e il ruolo dell’AD Bono, si blocchino i programmi di Fincantieri. Castellammare ha bisogno d’altro, di uno sforzo autorevole, di una proposta concreta, di un Sindaco e di un Consiglio Comunale che sappiano farsi ascoltare affinché la vertenza per il cantiere di Castellammare trovi spazio e ascolto nelle sedi regionali e nazionali. Abbiamo bisogno di costruire tutto questo con la città, con le parti sociali e in primo luogo con i lavoratori di Fincantieri. Oggi più che mai vi è la necessità di intraprendere percorsi per recuperare il tempo perduto”.

A quanto pare – continua il consigliere di LeU -, spero di sbagliarmi, il sindaco Gaetano Cimmino ha solo voglia di ampliare l’album di famiglia. Sindaco, la cittadinanza onoraria la voteremo pure, ma non è questo il problema e non è questo quello di cui ha bisogno la città.
Ha bisogno che insieme al giusto riconoscimento di un legame, si voti anche un piano vero e concreto di rilancio della missione produttiva e dell’occupazione”
.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania