Quantcast

Generated by IJG JPEG Library
Sud - cronaca

Accade al sud: via le statue della Madonna e di Gesù dalle aule. Il preside: “Non si prega a scuola”

Accade al sud: via le statue della Madonna e di Gesù dalle aule, il preside: “Non si prega a scuola”. È la circolare letta stamani nell’istituto Ragusa Moleti

Via le statue della Madonna e di Gesù e le foto di Bergoglio e di Wojtyla dalla scuola. Accade a Palermo, dove il dirigente della Ragusa Moleti, Nicolò La Rocca, ha diramato stamani una circolare. Nella nota si fa divieto agli insegnanti di far pregare i bimbi prima della merenda e delle attività didattiche. Nella circolare il preside fa riferimento al parere dell’Avvocatura dello Stato dell’8 gennaio del 2009 allegato alla nota del gabinetto del Miur del 29 gennaio 2009. Così il dirigente ricordando proprio quel pronunciamento spiega che “è da escludere ‘la celebrazione di atti di culto, riti o celebrazioni religiose nella scuola durante l’orario scolastico o durante l’ora di religione cattolica, atteso il carattere culturale di tale insegnamento'”.

“Le miei opinioni personali contano poco – dice La Rocca all’Adnkronos -, sono un pubblico ufficiale e ho rispettato un parere dell’Avvocatura dello Stato. Certo, non mi aspettavo si sollevasse un simile polverone”. Il preside, che è alla guida della Ragusa Moleti dallo scorso settembre, spiega che “nessun genitore è venuto da me a lamentarsi per la presenza di quelle statue ingombranti. Qualcuno, invece, ha preferito rivolgersi al Fatto Quotidiano, raccontando della ‘tradizione’ delle preghiere prima della merenda e delle lezioni. Se fossero venuti da me avrei provveduto immediatamente”. Così oggi presa carta e penna il preside ha diramato la circolare e tolto dall’atrio dell’istituto le statue e dagli uffici le foto di santi e del Papa. “Quella di Bergoglio era nel mio ufficio…” spiega. Una decisione che ha lasciato di stucco genitori e insegnanti, anche se assicura il dirigente “nessuno è venuto a lamentarsi. Qualche docente mi ha riferito di un po’ di nervosismo tra gli insegnanti, ma nel mio ufficio non è arrivato nessuno a protestare per la circolare”.

/Adnkronos

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Luisa Di Capua

Nata il 7 febbraio a Castellammare di Stabia.
Laureata in Lettere Moderne presso l’Università degli studi di Napoli Federico II, con specializzazione magistrale in Giornalismo e Cultura editoriale all’Università degli Studi di Parma.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania