Sud - cronaca

Torre del Greco, per difendere la sorella viene accoltellato dal branco. È caccia alla gang

Torre del Greco tatuatore

Un’aggressione efferata quella messa in atto in pieno giorno nel centro di Torre del Greco, ad opera di tre ragazzi. Ad essere gravemene ferito con un coltello è stato il tatuatore 31enne G. F., per aver sottratto la sorella dagli apprezzamenti volgari espressi dalla gang.

È successo ieri in via Vittorio Veneto intorno le 13:30. Il branco si è accostato con lo scooter alla vettura dei due fratelli, costringendoli a fermarsi. Appena il tatuatore è sceso dal veicolo è stato assalito da imprecazioni e minacce, ma ben presto dalle parole si è passato ai fatti.

Quello che forse doveva essere il capo del gruppo ha estratto un coltello pronto ad infliggere un colpo mortale al 31enne, cercando di pugnalarlo all’addome. Se il piano è fallito, è grazie all’abilità e alla scaltrezza di G. F. che si è difeso con l’avambraccio destro, che però è stato trapassato quasi completamente dalla lama, e ora c’è il rischio che ne perda parzialmente l’uso.

Mentre l’assalto era in atto e mentre la sorella del tatuatore chiedeva aiuto, si è trovata a passare in via Vittorio Veneto una gazzella dei carabinieri. Il loro arrivo ha messo in fuga i tre ragazzi.

La vittima è stata condotta all’ospedale di Torre del Greco dove è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico. Ora le forza dell’ordine sono sulle tracce dei colpevoli.

In merito all'autore

Luisa Di Capua

Nata a Castellammare di Stabia il 7 febbraio 1992.
Laureata in Lettere Moderne presso l’Università degli studi di Napoli Federico II, con specializzazione magistrale in Giornalismo e Cultura editoriale all’Università degli Studi di Parma.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale