Quantcast

Polizia, San Lorenzo, Roma
Sud - cronaca

Torre Annunziata, scritte sui muri contro la polizia: la firma è del clan

Torre Annunziata, scritte sui muri contro la polizia: la firma è del clan

A Torre Annunziata, in piazza Cesaro sono comparse delle scritte contro le forze dell’ordine: «Sbirro infame», «cavaliere m…», «zona nostra». Sembrerebbe che i firmatari di queste scritte sia il clan Gionta, che insulta non solo la polizia ma anche i rivali dei Gallo-Cavalieri, amici-nemici con i quali è in atto da anni una tregua armata.

Le scritte comparse sul monumento dei caduti, in pieno centro, con uno spray giallo e alcune iniziali, le stesse che furono ritrovate mesi fa, all’interno di un appartamento abbandonato a due passi da palazzo Fienga, la storica roccaforte del clan Gionta oggi murata e confiscata. Ad indagare sulle scritte i poliziotti  del commissariato di Torre Annunziata, agli ordini del dirigente Claudio De Salvo.

Ricordiamo che proprio pochi giorni fa la polizia ha sequestrato una pistola carica e mezzo chilo di cocaina ai Gionta, nei pressi del porto della città.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Vincenza Lourdes Varone

Diplomata al Liceo Classico "Plinio Seniore", successivamente laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Napoli, l'Orientale. Attualmente iscritta al corso di Studi Internazionali presso la stessa università, per il conseguimento della Laurea Magistrale.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania