Quantcast

Sud - cronaca

Torre Annunziata, i dipendenti del Cmo scrivono a Luigi Di Maio

I Dipendenti del Cmo chiedono aiuto al ministro Luigi di Maio

Torre Annunziata – Settanta dipendenti del Cmo, Centro Medicina Nucleare, rischiano di essere licenziati dopo il sequestro dei locali del centro medico.

Dopo l’incontro con il sindaco i dipendenti hanno cercato aiuto per la loro condizione lavorativa al ministro dello sviluppo economico e ministro del lavoro e delle politiche sociali, Luigi di Maio

I dipendenti scrivono:

“Per questioni tecnico amministrative il Tribunale la chiuso in via precauzionale il reparto di medicina nucleare fiore all’occhiello del centro per tipologia di prestazioni eseguite, per qualità diagnostica e umana di noi dipendenti. La prima udienza del processo è prevista il 29 marzo 2019. L’azienda ha previsto 70 licenziamenti su 140 dipendenti. L’impatto di questa azione non è solo sui lavoratori ma si ripercuote sul territorio che si è rivalutato sia socialmente e sia economicamente grazie al CMO (il centro è stato fondato in una zona di Torre Annunziata degradata e scena di molte azioni criminali, oggi è una delle strade migliori della città). Per non considerare gli ammalati oncologici che ora non sanno più dove andare ad eseguire gli esami (come detto prima, abbiamo pazienti che si rivolgono a noi da tutto il centro sud, oltre a quelli campani). Nonostante la situazione sia grave e disperata, nessuna autorità ha provveduto a darci una mano. Lei è campano come noi e di sicuro sa che la nostra terra è martoriata da tanti problemi, per questo non è giusto che una eccellenza come il CMO ( e non lo dico io, ma i pazienti ed i medici di tutta Italia) debba chiudere così. Chi vince da questa storia? Perdiamo solo noi lavoratori, noi cittadini, noi ammalati. La prego, ci aiuti!”

(Lo Strillone)

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania