Quantcast

Man Behind Bars
Sud - cronaca

Torre Annunziata, ex latitante condannato a 18 anni di carcere

Accusato l’ex latitante che riforniva i mercati di droga della città di Torre Annunziata

Ieri pomeriggio L. B. è stato condannato, in primo grado, a 18 anni di carcere, dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli che lo considera uno dei personaggi principali della faida di camorra tra i Gionta e i Gallo-Cavalieri.

Dopo 3 ore di camera di consiglio, hanno accolto le richieste del pubblico ministero Sergio Ferrigno condannando l’uomo e assolvendo l’altra persona accusata di essere coinvolta nei fatti, L. S..

Per il pm non vi è dubbio che in dibattimento siano emersi gli elementi di prova che certificano la partecipazione di L. B. al clan Gallo.

L’accusato, secondo le indagini era l’uomo di fiducia di un personaggio di spicco della criminalità organizzata torrese.

Dai contenuti delle registrazioni messe agli atti del tribunale si evince anche il ruolo di primo piano dell’imputato, per anni latitante in Polonia e che avrebbe portato un grande giro di droga a Torre Annunziata.

Non sembra però esserci alcun riscontro sul traffico di droga internazionale inizialmente ipotizzato per l’altro l’uomo e nessun collegamento con i clan.

Il pm Ferrigno ha anche ricostruito anche le dinamiche criminali di Torre Annunziata dal 2006 e 2008, raccontando i motivi della faida che lasciò in città una lunga scia di sangue.

Dionisia Pizzo

Fonte: giustizianew24

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania