Quantcast

Sud - cronaca

Tassa di soggiorno non versata: scattano i sequestri in Penisola Sorrentina

L’inadempienza risulta essere tale dal 2012 al 2016

Nell’ambito delle indagini eseguite dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, è statao dato esecuzione al sequestro preventivo, emesso dal Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura della Repubblica oplontina, di numerosi conti correnti e beni immobili intestati a 4 soggetti, i quali riconosciuti come i rappresentanti legali di strutture ricettive site nei comuni di Massa Lubrense, Sant’Agnello e Sorrento. Secondo quanto emerso, negli anni che vanno dal 2012 al 2016, questi soggetti non hanno versato la tassa di soggiorno a favore dei rispettivi Enti locali per oltre 250mila euro.

I soggetti sono stati ritenuti responsabili del reato di peculato, in quanto, dall’anno 2012 al 2016, in qualità di agenti contabili, non hanno pagato l’imposta di soggiorno, appropriandosi indebitamente della stessa.

In base a ciò la Guardia di Finanza ha eseguito un decreto di sequestro preventivo per equivalente per un ammontare di poco meno di 300mila euro, cifra che corrisponde ai mancati versamenti fatti da parte delle strutture ricettive. (Sorrentopress)

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Vincenza Lourdes Varone

Diplomata al Liceo Classico "Plinio Seniore", successivamente laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Napoli, l'Orientale. Attualmente iscritta al corso di Studi Internazionali presso la stessa università, per il conseguimento della Laurea Magistrale.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

-

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania