Quantcast

Sud - cronaca

Scafati, l’appello dell’associazione Scafati Arancione:” De Luca faccia chiarezza sulla chiusura dell’ospedale”

Gli attivisti di “Scafati Arancione” hanno inscenato una protesta all’esterno del Pronto Soccorso contro la chiusura dell’Ospedale di Scafati:”De Luca faccia chiarezza”

“A distanza di due anni dall’ultima volta riprendiamo così la battaglia – ha detto Francesco Carotenuto, portavoce del gruppo “Scafati Arancione”. “Nel corso di questi anni – continua – abbiamo organizzato tante battaglie e promosso svariate iniziative per il nostro ospedale. Abbiamo anche simulato il percorso in auto da Scafati all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore per provare quanto erano sbagliati i famosi dieci minuti di percorrenza da Scafati all’ospedale più vicino indicati nel piano attuativo aziendale dell’ex commissario dell’Asl, Maurizio Bortoletti. Per noi e per tutta la città, la chiusura del nostro ospedale è una ferita che non si è mai rimarginata. Ora dopo l’apertura di Roccadaspide non possiamo restare fermi a guardare.
Non possiamo pensare che Scafati sia meno importante della Valle del Calore. Non è questione di campanile. Ma non possiamo non contare sul nostro Pronto soccorso”. E’ con queste parole, riportate su “l’Occhio di Salerno”, che il gruppo Scafati Arancione annuncia la protesta a partire dalle 16.30 di oggi, quando verrà esposto uno striscione rivolto direttamente al Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

“Massimo rispetto per Roccadaspide e i circa 36mila abitanti dell’intero comprensorio della Valle del Calore per la riapertura del proprio ospedale.- ci tengono a specificare gli attivisti, che nello striscione mettono a confronto la disparità di trattamento tra le due città – “Ma la salute è un diritto di tutti, anche degli scafatesi e dei 300mila abitanti del comprensorio che va dall’Agro nocerino all’hinterland vesuviano e dal 2011 si sono visti chiusi la speranza di essere curati. Su questo pretendiamo risposte dalla Regione, che altrove si mostra concreta ma qui ha condannato a morte le persone. Il presidente Vincenzo De Luca intervenga e faccia chiarezza”.

Print Friendly, PDF & Email
Tags

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

-

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania