Quantcast

Sud - cronaca

Scafati, incentivi sospetti ai dipendenti comunali: parte l’indagine

Settimana dopo settimana il sistema criminale che per anni ha tenuto sotto scacco la città di Scafati si arricchisce di nuove vicende giudiziarie. Dopo che la Corte dei Conti aveva ravvisato un danno erariale per le casse del Comune, legato al “Progetto Obiettivo” per i compensi e incentivi per i dipendenti comunali, ora anche la procura di Nocera Inferiore ha aperto un’indagine. I carabinieri hanno acquisito diversa documentazione con l’ipotesi di reato di abuso d’ufficio e appropriazione indebita.
I fatti risalirebbero tra il 2008 e il 2009, e farebbero riferimento agli incentivi destinati a dipendenti non per lavoro svolto, ma per incrementare la propria retribuzione. Secondo i giudici della Corte dei Conti, alla selettività si sarebbe preferita una ripartizione a pioggia.
I compensi, in questo caso, sarebbero andati a dipendenti che avrebbero svolto compiti ordinari. Soldi determinati dalla delibera di giunta del 20 ottobre 2010, con il quale il Comune costituì il fondo incentivante. Le erogazioni, riferisce SalernoToday, sarebbero finite a chi avrebbe svolto mansioni differenti da quelle previste, senza un’elaborazione dei risultati e verifica di quanto raggiunto da ogni singolo dipendente. Alcuni di quelli condannati al momento, a risarcire dopo il primo grado, hanno presentato appello. Come l’ex sindaco Pasquale Aliberti, che insieme alla giunta, dovrà versare 13mila euro in totale per il danno erariale riscontrato dopo il primo grado di giudizio. Tra le persone riconosciute colpevoli di aver provocato un danno alle casse dell’ente, anche dirigenti comunali.

 

Print Friendly, PDF & Email
Tags

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania