Quantcast

Sud - cronaca

Quante risse alla stazione di Napoli, i residenti si lamentano: “Buonanotte da Kubul”

“E’ un anno esatto che documentiamo risse”

Via Milano a Napoli è la strada delle risse. La sera è off limits, dove anche uscire a prendere un gelato coi bambini è un azzardo che può costare caro. Può sembrare una esagerazione, ma i residenti sono pronti a giurare il contrario: ogni sera la stessa storia, ogni sera ripartono i mercatini della spazzatura e le zuffe tra giovani extracomunitari. L’ennesima rissa risale alle 22 di ieri.

“L’ordinanza non viene rispettata da nessuno – si lamenta su Facebook Ciro, uno dei residenti e attivo componente dei comitati di zona – i controlli non si vedono, si vendono alcolici a qualsiasi ora eppure ci promisero che la nostra zona sarebbe stata controllata. Gli artigiani sono rimasti senza lavoro perché i napoletani stanno abbandonando il quartiere e lo stesso vale per gli albergatori e per tutti quelli che hanno investito su questa zona e adesso si ritrovano senza clienti”.
La rissa di ieri sera è stata ripresa da un cittadino che ha poi postato il video su Facebook. Nelle immagini si vedono alcuni giovani che si rincorrono e si affrontano davanti a uno dei localini della zona, una donna con un bambino che si allontana frettolosamente per paura e, in lontananza, si sente chiaramente il rumore di bottiglie che si spaccano. Poi arrivano quattro volanti della Polizia di Stato e una camionetta dell’Esercito e tutti si dileguano. “È un anno esatto che documentiamo, fotografiamo, denunciamo, che chiediamo aiuto – dice la voce in sottofondo – eppure, puntualmente, a qualsiasi ora e tutti i giorni accadono queste cose. Buonanotte da Kabul”.

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania