Quantcast

Sud - cronaca

Pompei, raggiunge il padre in missione in Algeria: 14enne muore per una capriola

Nonostante i soccorsi non c’è stato nulla da fare

Morire a 14 anni mentre si gioca a fare le capriole è qualcosa di terrificante ed irreale. Invece è accaduto davvero, purtroppo. La vittima è un ragazzo di Pompei. Un momento di spensieratezza, nel pomeriggio di ieri, si è trasformato in tragedia in un attimo. Pasquale Manzo mentre era in vacanza in Algeria per il lungo ponte di Ognissanti, in visita al padre brigadiere in missione all’estero, stava rotolando sull’erba e faceva capriole in un giardino.

Una caduta rovinosa, però, ha stroncato la sua giovane vita. Inutili sono stati i primi interventi di rianimazione compiuti dal padre, abituato ad aiutare persone ferite. Neppure i medici del pronto intervento sono riusciti a salvare la vita del 14enne. Pasquale è giunto in ospedale già privo di vita. La felicità di trascorrere qualche giorno con il padre, il suo eroe, che non vedeva di persona da mesi, si è spenta improvvisamente. In una maniera assurda, inimmaginabile, davanti agli occhi della madre e del padre. Le autorità del luogo non hanno ritenuto opportuno effettuare l’autopsia perché la dinamica dell’incidente e il decesso del 14enne sono stati chiariti dalla testimonianza resa dallo stesso brigadiere. La salma del giovane arriverà in Italia, all’aeroporto di Fiumicino, tra oggi e domani, a bordo di un aereo di Stato, e giungerà a Pompei nelle ore immediatamente successive.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania