Quantcast

Banner Gori
foto free
Sud - cronaca

Pompei, arrestato estorsore di un noto clan di camorra

Il 59enne chiedeva i soldi per “i carcerati”: beccato ed arrestato

In data 24.05 u.s., alle prime ore del mattino, personale della Squadra Investigativa del Commissariato di P.S. Pompei ha eseguito un’Ordinanza di Applicazione di Misura Cautelare Personale in Carcere, emessa dall’Ufficio G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia nei confronti di CORBELLI F. di anni 59, indagato per il reato di cui agli artt. 110, 81cpv., 56, 629 comma 2 c.p., 416bis. 1 c.p., con l’aggravante del metodo e della finalità camorristica, di cui all’art. 416 bis 1 c.p., poiché commesso da soggetti che si sono avvalsi delle condizioni previste dall’art. 416 c.p. con conseguente situazione di assoggettamento ed omertà provocata nelle sotto indicate vittime e comunque al fine di agevolare le finalità dell’associazione camorristica denominata “CLAN CESARANO” o “DI PONTE PERSICA”.

L’odierno provvedimento scaturisce da un’articolata attività d’indagine, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Napoli, originata dapprima da un soggetto allo stato non ancora identificato che tra i mesi di aprile e maggio dell’anno 2018 si era recato presso un’officina meccanica sedente in Pompei, avanzando richiesta estorsiva consistente in un regalo di euro 1000 (mille) per i carcerati di Ponte Persica, poi in data 17.01.2019 il CORBELLI F. si presentava, unitamente ad altra persona in corso di identificazione, presso la suddetta officina meccanica ed intimava ad uno dei soci di mantenere fede alla precedente richiesta estorsiva, replicando “siamo quelli di Ponte Persica, voi ci avete promesso un regalo e non è arrivato più…. un regalo per la gente di Ponte Persica” per poi allontanarsi a bordo di autovettura del tipo Renault Scenic.
Immediatamente gli inquirenti, da attività di P.G., identificavano il soggetto autore del reato, acquisendo le immagini registrate dall’impianto di videosorveglianza della predetta officina; da un’attenta visione delle stesse, emergevano elementi utili per l’esatta identificazione del soggetto e l’avvio di successive indagini che portavano alla sua compiuta individuazione.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Vincenza Lourdes Varone

Vincenza Lourdes Varone

Diplomata al Liceo Classico "Plinio Seniore", successivamente laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Napoli, l'Orientale. Attualmente iscritta al corso di Studi Internazionali presso la stessa università, per il conseguimento della Laurea Magistrale.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania