Quantcast

Sud - cronaca

Piano di Sorrento, bocciata la proposta vigili in bicicletta, il Comandante:”Li renderebbe deboli”

Il Comandante dei vigili urbani di Piano di Sorrento si oppone alla proposta 5stelle di munire la municipale di biciclette per gli spostamenti dei vigili:”Li renderebbe deboli”

Proposta nel segno della sostenibilità e dell’ecologia del Movimento Cinque Stelle di Piano di Sorrento: munire i vigili urbani di biciclette per gli spostamenti in città. Proposta bocciata sul nascere dal Comandante dei Vigili Urbani poichè, a suo dire, spostarsi in bicicletta “li renderebbe deboli”.
“Volevo relazionare ma hanno già deciso, è un mezzo veloce ed efficace, sopratutto ecologico e vicino ai cittadini.” ha commentato così il rifiuto, il promotore del progetto, Salvatore Mare del Movimento Cinque Stelle.
In realtà la proposta non è una novità, come racconta Positanonews. Già in altre parti del mondo i vigili in bicicletta, o bike patrol, sono un’istituzione: pattuglie del genere sono la normalità in diverse località degli Stati Uniti. Proprio dall’esempio statunitense un agente della municipale di Alessandria, dopo aver trascorso settimane negli States per studiare l’idea, ha deciso di istituire l’associazione Aipib (Accademia italiana pattuglie in bici) che si propone di sostenere con suggerimenti e formazione del personale le municipalità che volessero dotarsi dei bike patrol. Ad Alessandria sono già partiti i primi progetti per istituire pattuglie che usino la due ruote non solo per spostarsi, bensì come strumento di pronto intervento, che saranno, dunque, munite di mountain bike speciali, dotate dei dispostivi acustici e visivi propri degli automezzi delle forze dell’ordine (sirene e lampeggianti).
Occasione sprecata per Piano di Sorrento, quindi, anche se non mancheranno altri tentativi.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

2 di commenti

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Incredibile. Meno panzarotti e più ginnastica per essere in forma con meno pancia no? “Vigili” – Poliziotti – in bici ci sono in ogni nazione e nelle città serie (come anche, ove possibile) quelli a cavallo. E’ solo questione di essere ALLENATI e saperci andare con destrezza (e senza pedalata assistita). Leggere di queste fuoriuscite di persone che, oltretutto, ricoprono incarichi di comando (e quindi di gestione, organizzazione, pianificazione – partendo anche dall’esempio personale) fa veramente male perché sono cose che ci rendono ridicoli agli occhi di tutti rafforzando lo stereopito di: “italiani, solo pizza, spaghhetti e mandolini” e, in effetti, mangiando tanti spaghetti è poi logico mom essere in grado di pedalare come si deve al fine di ben utilizzare un mezzo ch, invece, potrebbe renderli agili e veloci, magari in inseguimenti. Ma questo a Sorrento NO. Sarebbero più deboli, dice il comandante invece di dire: sono deboli per andare i bici (e magari se la farebbero anche fregare). Che pena!
    Stanislao Barretta

  • Io sono Mauro Di Gregorio, il presidente dall’Accademia Italiana Pattuglia in Bicicletta, mi limito da tecnico a commentare la frase del Sig. Comandante …… biciclette per gli spostamenti dei vigili: ”Li renderebbe deboli” …. Ovviamente il mio punto di vista è all’opposto, sicuramente gli agenti adeguatamente formati al servizio velomontanto, sono molto più protetti e sicuri dei colleghi che svolgono servizio appiedato. Rimanendo a disposizione per qualsiasi chiarimento.

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania