Sud - cronaca

Orta di Atella, 15 disabili candidati: “Nessuna tutela, facciamo da soli”

“A noi l’assessorato alle politiche sociali”

Giovanni Misso è il capolista di “Diversamente ortesi”, la lista che lui ha creato e che comprende esclusivamente disabili e genitori di disabili a sostegno del candidato sindaco Vincenzo Tosti, che ha messo assieme una coalizione con altre due liste: Città visibile e DeMa, la sigla del sindaco di Napoli venuto ad Orta di Atella il 14 maggio al via della campagna elettorale in vista del voto amministrativo del 10 giugno.

Misso spiega: “Da anni abbiamo problemi amplificati dagli enti pubblici, il Comune innanzitutto. Qui c’è, purtroppo, un’alta percentuale di bimbi autistici e il Comune di Orta da anni non versa un euro per le politiche sociali. Chiederemo l’assessorato”.
L’antica patria delle Fabulae atellane oggi è divisa in due. Un centro storico abitato da chi qui è nato. Una periferia di diecimila abitanti arrivati da Napoli e dintorni in palazzine da quattro-cinque piani in gran parte abusive sorte in meno di quindici anni. Una grande periferia nata dove comincia la provincia di Caserta, a poche centinaia di metri dal Parco verde di Caivano, ben visibile con i suoi palazzoni a tinta pastello.

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania