Quantcast

Sud - cronaca

Operazione antibracconaggio tra Angri e Sant’Antonio Abate

Le Guardie Giurate Venatorie e Zoofile del WWF Italia e i Carabinieri Forestali di Castellammare di Stabia hanno effettuato un’operazione antibracconaggio

Le Guardie Giurate Venatorie e Zoofile del WWF Italia e i Carabinieri Forestali di Castellammare di Stabia, agli ordini del comandante Raffaele Starace, impegnate in un servizio di controllo hanno notato la presenta di gabbie-trappola e gabbiette contenenti avifauna protetta e uccelli cacciabili in un fondo agricolo tra Angri e Sant’Antonio Abate.

I militari e le guardie hanno colto in flagranza di reato un uomo che è stato denunciato. Nel fondo agricolo sono sati rinvenuti 2 storni, 2 tortore dal collare, 2 cardellini, 4 tordi, e un riccio che e’ stato subito liberato.

E’ stato inoltre rinvenuto un uccello ibrido, ovvero un incrocio tra un Cardellino e un Canarino, al quale sarebbero stati accecati gli occhi per farlo meglio cantare. Una pratica abominevole legata alla credenza popolare che sostiene che un cardellino accecato possa cantare in maniera più melodiosa.

Il responsabile è stato denunciato detenzione di avifauna protetta, uccellagione e maltrattamenti. Nei suoi confronti sono state emesse anche sanzioni amministrative per la detenzione, non in uso, di mezzi illegali per la caccia, nella fattispecie archetti e reti.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania