Quantcast

Sud - cronaca

Omicidio Vassallo, il fratello del Sindaco Anti-Camorra: “Incongruenze negli atti, non credo più alla Procura”

Omicidio Vassallo, il fratello del Sindaco Anti-Camorra: “Incongruenze negli atti, non credo più alla Procura”

Il fratello di Angelo Vassallo, il sindaco anti-Camorra assassinato nel 2010 da sconosciuti, ha denunciato incongruenze negli atti presentati dalla Procura.
“A distanza di otto anni e cinque mesi, altri dubbi si incrociano con quelli precedenti e di colpo svanisce la fiducia nei confronti della Procura di Salerno e di altri uomini delle istituzioni. Percorreremo altre strade, legali e istituzionali, perchè nulla può essere lasciato al caso” ha raccontato Dario Vassallo all’Ansa.
“Ora si legge che ad uccidere mio fratello sono stati nove colpi su nove. Per anni invece ci hanno raccontato che su nove colpi esplosi dall’assassino o dagli assassini, solo sette avevano raggiunto il corpo di mio fratello.” spiega facendo riferimento a una delle incongruenze.

Qualora le dichiarazioni del fratello di Angelo Vassallo fossero confermate saremmo di fronte ad un fatto gravissimo. La magistratura dovrà spiegare le omissioni e le incongruenze”. Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il portavoce per la Campania del Sole che Ride Vincenzo Peretti in riferimento alle parole di Dario Vassallo, fratello del sindaco di Pollica assassinato nel 2010, che ha affermato di non credere più nel lavoro della Procura di Salerno. “Stiamo parlando di un vero ambientalista – spiega Borrelli – sono quasi nove anni che aspettiamo giustizia per un amministratore onesto, ucciso da una mano criminale che è ancora ignota. Le parole di Dario Vassallo risuonano sinistre. Solidarietà alla famiglia, abbiamo sempre riposto la massima fiducia nell’operato dei magistrati ma qualora le sue dichiarazioni fossero confermate saremmo di fronte ad un fatto di una gravità inaudita. La Procura dovrà spiegarci il perché delle incongruenze denunciate da Dario Vassallo. Non ci fermeremo fino a quando non avremo avuto giustizia”, conclude Borrelli.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania