Quantcast

Sud - cronaca

Omicidio Ciro Esposito, la sentenza: non fu legittima difesa, confermata la condanna a De Santis

Omicidio Ciro Esposito, la sentenza: non fu legittima difesa, confermata la condanna a De Santis

Non fu legittima difesa. Quattro anni per arrivare a questo ultimo verdetto dei giudici: quei cinque colpi esplosi a ripetizione da parte di Daniele De Santis provocarono un omicidio volontario, l’assassinio del giovane ultrà del Napoli Ciro Esposito. Era il tre maggio del 2014 e a distanza di più di quattro anni, si chiude in via definitiva il processo a carico di Daniele De Santis: confermata dalla Cassazione la condanna a sedici anni di reclusione, rigettata la pista della legittima difesa presentata al centro del ricorso della difesa del supporter giallorosso.
Soddisfazione durante la lettura del verdetto da parte degli avvocati di parte civile, che assistono Antonella Leardi, madre di Ciro Esposito, che in tutti questi anni non si è mai arresa, neanche quando il processo si è fatto più duro o quando la morte di suo figlio fu considerata frutto di una “bravata“.
Dal primo momento abbiamo dato prova, nonostante il dramma vissuto, che la violenza e la vendetta non ci appartengono. Siamo però alla ricerca di giustizia e verità. Per quanto tutto questo non potrà restituirci nostro figlio, abbiamo il diritto di chiedere che venga ricercata la verità e la giustizia con ogni sforzo“. avevano detto alla vigilia del processo, i genitori del giovane tifoso azzurro morto dopo 50 giorni di agonia dopo essere stato ferito negli scontri prima della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania