Quantcast

Sud - cronaca

Napoli, tabaccai in rivolta: “Situazione inaccettabile, pronti a bloccare la vendita dei biglietti”

Napoli, tabaccai in rivolta: “Situazione inaccettabile, pronti a bloccare la vendita dei biglietti”

Tabaccai di Napoli sul piede di guerra dopo l’esito negativo della riunione convocata al Comune per appianare la situazione che si è creata intorno alla vendita dei titoli di viaggio (per il trasporto pubblico a Napoli) emessi dalla Scarl “Giraservice”. Edicolanti e tabaccai hanno dovuto prendere atto della decisione unilaterale di subire una riduzione dell’aggio dal 3,5 % al 3%, comunicato agli stessi con una semplice lettera circolare.
Secondo quanto riferito da ilMattino, con il supporto delle federazioni di categoria (FeNaGI/Confesercenti e Assotabaccai/Confesercenti), gli esercenti sarebbero pronti a bloccare la vendita dei biglietti in assenza di un ritorno almeno al precedente aggio, equivalente al 3,5%.
Il presidente di Confesercenti Napoli, Vincenzo Schiavo, appoggia l’iniziativa di FeNaGi e Assotabaccai: «Abbassare ulteriormente gli utili di edicolanti e tabaccai con una decisione unilaterale è inaccettabile, ancora di più visto che mai nessuno si è posto seriamente il problema delle tasse che aumentano, degli affitti altissimi che molti esercenti sono costretti a pagare in una città in cui le infrastrutture sono carenti e in alcuni casi inesistenti. Il ruolo mi impone di spronare questi commercianti ad alzare la voce affinché i nostri politici comprendano che le nostre rivendicazioni non sono capricci bensì necessità per mantenere aperte le nostre attività commerciali».

Gli edicolanti e i tabaccai della Confesercenti ribadiscono di voler continuare a svolgere il servizio che svolgono da anni, ma in assenza di un ritiro in tempi stretti della riduzione dell’aggio, i rivenditori sospenderanno la vendita dei titoli di viaggio.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania