Quantcast

Tiziana Cantone, suicida
Tiziana Cantone, suicida
Sud - cronaca

Napoli, suicidio Tiziana Cantone: l’ex compagno rinviato a giudizio

Rinvio a giudizio per l’ex compagno di Tiziana Cantone che nel 2016 si tolse la vita in seguito ad uno scandalo hard che la vide coinvolta. Borrelli ringrazia la pm di Napoli

Soddisfazione per quello che può essere considerato il primo passo giudiziario effettivo atto a stabilire le responsabilità della morte di Tiziana Cantone, la 31enne che nel settembre del 2016 si tolse la vita dopo che sul web iniziò a girare un suo video hot. A ringraziare personalmente la pm di Napoli sono stati l’assessore alle pari opportunità della Regione Campania, Chiara Marciani, e il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione sanità:”Grazie a Valeria Sico, pm che ha chiesto il rinvio a giudizio dell’ex compagno di Tiziana Cantone, perché non ha messo tutto a tacere, ma ha continuato le indagini per fare chiarezza sulle responsabilità nella diusione di quel video che doveva restare ‘privato’ e su quanto è successo nei giorni successivi, no a quando la trentunenne decise di uccidersi”.
L’uomo dovrà rispondere dei reati di simulazione di reato, calunnia, accesso abusivo del sistema informatico.
Siamo consapevoli e convinti che una richiesta di rinvio a giudizio non sia una dichiarazione di colpevolezza” hanno aggiunto Borrelli e Marciani sottolineando che “sarebbe auspicabile che ci sia un processo, qualora ci siano elementi validi emersi nel corso delle indagini, perché solo un processo potrebbe fare definitivamente chiarezza su una bruttissima vicenda nella quale la Regione continuerà a sostenere la mamma di Tiziana Cantone nella ricerca della verità”.
“Questa richiesta di rinvio a giudizio è anche una risposta che lo Stato doveva alla mamma di Tiziana che sta cercando di fare chiarezza sui motivi che hanno spinto la glia al suicidio”.

La madre della ragazza suicida, poche settimane, non era riuscita a nascondere la propria delusione nei confronti della magistratura in seguito alle archiviazioni delle denunce mosse contro alcuni diffamatori del web.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania