Quantcast

ambulanza
Sud - cronaca

Napoli, studentessa milanese in gita cade dalla finestra di un albergo: i dettagli

Una studentessa milanese di 17 anni è caduta da una finestra dell’albergo in cui era ospitata la sua classe, in gita scolastica a Napoli, il Dirigente:”Hanno fatto una stupidata”

La vicenda, resa nota solo oggi, risalirebbe allo scorso 20 aprile, quando una giovane studentessa di 17 anni, in gita d’istruzione con la sua classe di un istituto di Milano, sarebbe caduta dalla finestra della sua camera d’albergo situata al primo piano dopo aver fumato, secondo i testimoni, uno spinello.
La classe milanese (terza classe di Odontotecnica) era a Napoli per una viaggio d’istruzione, dal 18 al 21 aprile. La ragazza, che si trovava in una stanza al primo piano dell’hotel Diamond di piazza Guglielmo Pepe, ha fatto un volo di cinque metri, finendo direttamente al suolo e ha riportato traumi da precipitazione e diverse fratture alle ossa del bacino e a una vertebra lombare. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo Radiomobile e della Compagnia Stella, allertati dai sanitari del 118, a loro volta chiamati dai responsabili dell’hotel dove alloggiava la classe. La ragazza è stata inizialmente accompagnata al pronto soccorso dell’ospedale Cardarelli, dove è stata ricoverata con prognosi di 40 giorni. Nei giorni successivi è stata trasferita a Milano. La vicenda non può non richiamare alla memoria quella di Domenico Maurantonio, lo studente di 19 anni in gita a Milano precipitato dal quinto piano di un albergo e deceduto a causa delle ferite riportate.
Due compagne di classe sono state denunciate per cessione di stupefacenti e per lesioni, ma i Carabinieri starebbero ancora indagando per stabilire con esattezza le dinamiche di quella notte.
«Hanno fatto una stupidata. Qualcuno dei ragazzi ha comprato dell’erba per strada, durante la gita a Napoli, e l’ultima sera prima del ritorno a Milano se la sono fumata in compagnia, hanno fatto branco. La 17enne si è sentita un po’ male e ha aperto la finestra per prendere aria, e in quel momento ha perso l’equilibrio ed è caduta giù. Per fortuna era una stanza al primo piano», racconta Maurizio Salvati, il collaboratore del dirigente scolastico dell’Ipsia Mainardi di Corbetta, istituto frequentato dalla ragazza. «Voglio precisare che la ragazza è una studentessa modello, che sono tutti bravi ragazzi  e che gli accompagnatori sono tre docenti esperti che avevano fatto un controllo nelle stanze proprio poco prima dell’accaduto. I carabinieri di Napoli hanno sentito i ragazzi e poi hanno dato loro il permesso di tornare a casa a Milano. Da quel che so – conclude il dirigente – non è stata trovata droga nella stanza».

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania