Quantcast

Foto Ansa
Sud - cronaca

Napoli, stop alle aggressioni al 118: flash mob al Cardarelli

 Una grande manifestazione antiviolenza oggi al Cardarelli di Napoli: circa 200 persone tra infermieri, medici e autisti di ambulanze sulle scale dell’ospedale per dire “no” alle aggressioni contro il personale sanitario.

Un flash mob sinonimo di protesta per i tanti casi di violenza. Si pensi che nel 2018, precisamente in 5 mesi, se ne sono verificati 40. L’ultima vittima un infermiere a cui un paziente ha rotto il naso colpendolo con un casco.

Asl Napoli 1 ha avviato una serie di provvedimenti per contrastare il fenomeno delle aggressioni al personale medico: l’acquisto di cinque nuove ambulanze, la previsione di quattro ulteriori postazioni del 118 in città entro la fine del 2018, l’installazione di telecamere sulle ambulanze e la dotazione di bodycam al personale del 118. A riferire le soluzioni è il direttore generale della Asl Napoli 1, Mario Forlenza, a IlMattino.

Oltre i medici e gran parte del personale sanitario non è mancata la vicinanza delle istituzioni. Presenti all’evento, infatti l’assessore alla politiche sociali per il Comune di Napoli, Roberta Gaeta, e il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli.

SUD – CRONACA – Napoli, stop alle aggressioni al 118: flash mob al Cardarelli

 

Print Friendly, PDF & Email
Tags

In merito all'autore

Luisa Di Capua

Nata il 7 febbraio a Castellammare di Stabia.
Laureata in Lettere Moderne presso l’Università degli studi di Napoli Federico II, con specializzazione magistrale in Giornalismo e Cultura editoriale all’Università degli Studi di Parma.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

-

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania