Quantcast

Sud - cronaca

Napoli, spazzatura e rifiuti ingombranti nelle ‘strade del turismo’: il report

Napoli, spazzatura e rifiuti ingombranti nelle ‘strade del turismo’: il report dei Verdi

Nuovo dossier dei Verdi sui rifiuti in strada. Ormai una nuova emergenza è alle porte, anche a causa degli incivili che abbandonano la spazzatura anche a ridosso dei Commissariati di polizia e contro cui nessun comitato interviene. Si vada avanti con il piano regionale dialogando con le popolazioni. Danno per il turismo

Purtroppo molti turisti, oltre a fotografare le innumerevoli bellezze della nostra città, stanno tornando anche a fotografare i cumuli di rifiuti che si stanno accumulando nelle strade, anche del centro, a causa delle difficoltà nella raccolta ma anche per il comportamento incivile e irresponsabile di quanti abbandonano i rifiuti per strada senza rispettare orari e giorni di deposito”.
A denunciarlo i Verdi che, da qualche giorno, hanno preparato un dossier, aggiornato giorno per giorno, sui cumuli di rifiuti che si creano in giro per Napoli.
“Napoli è la punta dell’iceberg perché è costantemente sotto i riflettori, ma la situazione dei rifiuti per strada sta cominciando a peggiorare anche in altri comuni e il rischio di ritrovarci con una nuova emergenza rifiuti è davvero altissimo” hanno detto il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e il portavoce regionale Vincenzo Peretti per i quali “in un periodo di difficoltà, servirebbe un maggiore senso di responsabilità da parte di tutti e, invece, assistiamo alla creazione di tante mini discariche in giro per la città, anche a ridosso di commissariati come accaduto nella zona di via Duomo, dove, a ridosso del Commissariato dei decumani, s’è creata una piccola discarica di rifiuti di ogni genere”.
Serve la collaborazione di tutti, anche di quelle persone che protestano contro la realizzazione degli impianti di biocompostaggio e che invece tacciono di fronte agli incivili che buttano di tutto e di più in pieno centro e a qualsiasi ora” hanno aggiunto Borrelli e Peretti per i quali “è necessario andare avanti con il piano regionale dei rifiuti per non perdere gli enormi passi in avanti fatti con la raccolta differenziata e l’abbandono di discariche e inceneritori”.
I comuni disponibili a ospitare sul proprio territorio gli impianti di biocompostaggio ci sono, quindi si vada avanti dialogando con le popolazioni alle quali va spiegato che non sono inquinanti e che l’alternativa sono l’emergenza rifiuti, le discariche e gli inceneritori” hanno concluso i Verdi per i quali “se continuiamo a produrre rifiuti, anche inutili, in qualche modo dovremmo anche smaltirli, pur se resta fondamentale anche intervenire per tentare di ridurre la quantità di rifiuti da gestire e su questo serve un’azione di sensibilizzazione forte da parte delle Istituzioni”.

Nuovo dossier dei Verdi sui rifiuti in strada. Ormai una nuova emergenza è alle porte, anche a causa degli incivili che…

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Martedì 7 agosto 2018

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania