Quantcast

Sud - cronaca

Napoli, sfiorata la rissa tra rapper e residenti per la movida selvaggia

I musicista avevano messo in piedi un concerto non autorizzato

Centro storico di Napoli senza tregua: a piazza san Domenico Maggiore mercoledì c’è stata la parata dei musicisti mentre giovedì un gruppo di rapper si è sfidato a colpi di rime. Gli artisti da strada hanno improvvisato concerti non autorizzati con amplificatori e microfoni mettendo a dura prova i residenti.

Se l’episodio di mercoledì ha avuto un epilogo positivo, con i residenti scesi in strada a chiarire che le tammorre e i canti popolari in piena notte disturbavano chi all’indomani doveva alzarsi presto andare al lavoro e dopo l’arrivo di alcune volanti c’è stato l’allontanamento dei musicisti, giovedì si è sfiorata la lite a scapito di due residenti.
Gennaro Esposito del Comitato alla Quiete pubblica e la Vivibilità cittadina, che ha pubblicato il video dell’esibizione in tempo reale in cui si vede un rapper che canta con la voce amplificata, e un tecnico che si prende cura del mixer, che intrattiene la folla che beve birra dalle bottiglie di vetro, dice: “Questa massa di gente è incapace di comprendere la sofferenza di chi deve riposare perché domani ha un’altra giornata di lavoro. Poco dopo è sopraggiunta una volante con due motociclisti. Il risultato è stato incredibile: i residenti hanno chiesto l’intervento per far interrompere il concerto ma quando hanno visto che la situazione si stava surriscaldando sono andati via”.

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania