Sud - cronaca

Napoli, maxi sequestro di banconote contraffatte: i falsari le “esportavano” in Spagna

Operazione congiunta di Polizia italiana e Guardia Civil: scoperto un vasto traffico di banconote false prodotte a Napoli e smerciate in varie città della Spagna

Business internazionale per un gruppo di falsari di Napoli: spedivano, tramite corriere, plichi di banconote contraffatte ai “colleghi” spagnoli. L’operazione congiunta di Polizia Italiana e Guardia Civil spagnola, che ha portato all’arresto di diverse persone considerate membri di una banda di falsari, è partita proprio dalla segnalazione di uno dei corrieri. Uno degli indagati, infatti, era stato fermato all’uscita della sede di un corriere dove aveva appena ritirato un plico proveniente da Napoli e contenente 4.600 euro falsificati. Altre tre persone sono state arrestate con l’accusa di aver gestito un traffico di valuta falsa tra l’Italia e la Spagna. Un altro membro della banda era già detenuto nel carcere di Tarragona, dal quale secondo gli inquirenti manteneva i contatti con i complici e dava direttive. Il metodo che avevano adottato era sempre lo stesso: con la complicità di un corriere italiano le banconote false viaggiavano da Napoli a Barcellona, dove a ricevere il pacco, per non destare sospetti, c’era il figlio.

Nel corso dell’operazione, la polizia nazionale e la Guardia Civil hanno sequestrato circa 5.000 euro falsi in biglietti da 50 e 100, e 4.535 euro veri. Il sospetto dell’esistenza di un traffico internazionale di banconote contraffatte c’era già nel giugno dell’anno scorso quando erano stati scoperti euro falsi di origine italiana a Tudela, in Navarra, e Saragozza. Il gruppo di falsari era coinvolto anche in altre attività illecite, tra le quali alterazione di stato civile, falsificazione di documenti, truffe e traffico di droga.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania