Quantcast

Sud - cronaca

Napoli, preoccupazioni per lo stato dell’Ospedale del Mare: pannelli caduti o fuori asse

Napoli, preoccupazioni per lo stato dell’Ospedale del Mare: pannelli caduti o fuori asse

Gli ospedali napoletani stanno vivendo un momento un po’ delicato: tra scandali sugli appalti dei servizi di base, tentativi di sabotaggio ed altre criticità, le aziende ospedaliere di Napoli e provincia finiscono spesso sui giornali. Questa volta a suscitare perplessità e preoccupazione per lo stato della struttura è l’Ospedale del Mare, già vittima di sabotaggio lo scorso settembre, poco prima dell’inaugurazione del Pronto Soccorso.
“Le condizioni delle facciate esterne degli edifici dell’ospedale del Mare ci lasciano basiti. Nonostante si tratti di una struttura costruita solo pochi anni fa, ci è stato segnalato che un pannello si è già staccato del tutto mentre un altro, uscito fuori asse, è stato successivamente fissato”. La denuncia arriva dal consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli e dal consigliere del Sole che Ride alla VI Municipalità Anna D’Ambrosio. “Un ospedale che a pochi anni dall’inaugurazione è già in queste condizioni è una brutta immagine per l’intero sistema sanitario regionale. Di questo passo, qualora i pannelli continuassero a staccarsi con tale facilità, ci troveremo di fronte uno spettacolo avvilente nel giro di pochi anni. Chiediamo dunque al commissario della Asl Napoli 1 e al direttore dell’ospedale come sia possibile un degrado strutturale tanto rapido, invitandoli ad adottare le misure più adatte per il ripristino e la manutenzione dei pannelli”.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania