Sud - cronaca

Napoli, il premio Nobel per chimica: “Avremo una nuova generazione di antibiotici”

Ramakrishnan parla di nuove prospettive sanitarie

Venkatraman Ramakrishnan, premio Nobel per la chimica nel 2009, ha spiegato le prospettive che potrebbero aprirsi grazie all’identificazione della posizione esatta di ciascuno delle centinaia di migliaia di atomi che compongono un ribosoma.

Ecco le sue dichiarazioni: “Il lavoro della mia equipe, che ha fatto luce sulla struttura e funzione dei ribosomi, può essere molto importante per sviluppare dei nuovi antibiotici e andare verso una nuova generazione di medicinali”.
Una volta ottenuta la mappa, gli scienziati hanno simulato al computer l’interazione tra ribosomi e antibiotici, con l’obiettivo di ottenere nuovi farmaci con cui combattere le infezioni batteriche. Ramakrishnan ha affrontato il tema durante la ventesima edizione del “Premio Capo d’Orlando”.
Il premio Nobel continua: “Questa manifestazione mi ha consentito di scoprire i paesaggi della Campania caratterizzati da un meraviglioso degradare dalla montagna al mare”.
L’evento, che si terrà alle 18, presso il Castello Giusso, prevede la partecipazione di altri personaggi di spicco. Catia Bastioli, Cavaliere del Lavoro, “European inventor of the year 2007”, attualmente presidente di Terna e Ceo di “Novamont”, azienda attiva nel settore delle bioplastiche, sarà insignita per la sezione Scienza e industria. Per la sezione Divulgazione ritirerà il premio Valerio Rossi Albertini, scienziato del Cnr, docente all’Università ‘La Sapienza’, autore di numerose pubblicazioni anche internazionali e noto promotore televisivo di tematiche scientifiche, legate soprattutto ad energie rinnovabili e del risparmio energetico. Per la sezione Comunicazione Multimediale, il premio sarà consegnato a Telmo Pievani, docente dell’Università di Padova, storico ed esperto di divulgazione naturalistica. Autore di centinaia di pubblicazioni, è ideatore del magazine scientifico La Mela di Newton e direttore del portale Pikaia.eu, dedicato all’evoluzione. Massimo Osanna, direttore della Soprintendenza archeologica di Pompei, riceverà il riconoscimento per la sezione Management culturale per la gestione del Grande Progetto Pompei. A presiedere i lavori, Gaetano Manfredi, rettore dell’Università Federico II di Napoli e presidente della Crui, Conferenza dei Rettori delle Università Italiane. Moderatore del dibattito, Francesco Pinto, direttore del Centro Produzioni della Rai di Napoli.

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania