Quantcast

Sud - cronaca

Napoli, mobilitazione a Forcella contro le stese di Camorra: l’iniziativa

Napoli, mobilitazione a Forcella contro le stese di Camorra: l’iniziativa

La Camorra ha rialzato il tiro nei quartieri di Napoli dove da mesi si susseguono raid armati per mandare messaggi di forza ai clan rivali. Il così detto fenomeno della “stesa di camorra” non ha risparmiato nessun quartiere periferico e si starebbe espandendo anche in provincia diventando sempre più frequente e violento.
“Non possiamo sempre chiedere agli altri di cambiare le cose perché, soprattutto contro la camorra, serve l’impegno di tutte le persone perbene che non devono sempre voltarsi dall’altra parte, ma diventare parte attiva collaborando con le forze dell’ordine e facendo sentire e vedere che si vuole combattere quel clima di omertà che favorisce i clan”.
Lo ha detto don Luigi Merola, parroco anticamorra, che, nel corso de La radiazza di Radio Marte, conversando con Gianni Simioli e il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, della stesa di Forcella che ha provocato il ferimento di una persona che era affacciata al balcone, ha lanciato la data per una manifestazione che si terrà martedì 11 alle 17 nei pressi della Chiesa di piazza Crocelle ai Mannesi dove si tennero i funerali di Annalisa Durante, uccisa per errore nel 2004.
Vogliamo vedere quante persone sono pronte a dimostrare che sono stanche delle stese” hanno detto Borrelli e Simioli che, con don Merola, sostengono questa iniziativa a cui hanno già dato la loro adesione la professoressa MariaLuisa Iavarone, la mamma di Arturo, il ragazzo ferito da una baby gang in via Foria, e l’attore Gianfranco Gallo che, su facebook, aveva polemizzato chiedendo per quale motivo i napoletani non chiedessero al ministro Salvini interventi forti e risolutivi contro la camorra, invece di chiedere solo azioni contro i migranti.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania