Sud - cronaca

Napoli, il fortino della camorra a Pianura non ha più le telecamere

Una maxi operazione della Polizia ha smantellato le telecamere

Un blitz della Polizia di Stato, effettuato durante una maxi operazione, è scattato all’alba di oggi in via Torricelli a Pianura, una delle piazze di spaccio più grandi e attive della periferia occidentale di Napoli dopo la segnalazione di possibili ritrovamenti di armi al terzo piano di una delle palazzine del comprensorio che è stato circondato dai poliziotti.

Gli agenti del commissariato di Pianura, comandati dal vicequestore Monica Flaminio, sono intervenuti con tre volanti e un nucleo di uomini in borghese, facendo irruzione nella piazza trasformata in un fortino sorvegliato 24 ore su 24 da telecamere nascoste e vedette. I poliziotti hanno ispezionato i palazzi e sequestrato sette telecamere e un tv 55 pollici, oltre a bustine di cellophane, materiali vari e attrezzi per il confezionamento di vari tipi di droghe.
Le telecamere erano state posizionate in maniera strategica e occultate in modo da vedere tutta la zona e, in particolare, la polizia da qualsiasi lato entrasse. Alcuni occhi elettronici erano stati posizionati addirittura all’interno di muri e strutture a sbalzo sul terrazzo della palazzina e sono stati sdradicati dagli agenti che hanno smantellato la videosorveglianza della piazza notoriamente gestita dal clan Mele.
All’interno dell’appartamento, dove era stata segnalata la presenza di armi, gli agenti hanno scoperto tre uomini e due donne che osservavano le telecamere e monitoravano entrate e uscite nella piazza e che sono stati denunciati.

Print Friendly, PDF & Email
Tags

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania