Quantcast

Sud - cronaca

Napoli, due clochard si azzuffano nella Galleria Umberto, Borrelli (Verdi):”Intervenire al più presto per evitare altri problemi”

Pericolo sicurezza nella Galleria Principe Umberto di Napoli, dove questa notte due clochard si sono azzuffati vicino ai locali. Borrelli(Verdi): “Intervenire al più presto per risolvere i problemi di convivenza”


“Stanotte, ma accade sempre più spesso, c’è stato uno scontro con i clochard che bivaccano sotto i portici della Galleria Principe Umberto che, tra mille difficoltà, con le nostre attività, stiamo provando a riqualificare e valorizzare approfittando anche dello splendido momento del Mann il cui direttore è vicino a noi nel chiedere maggiore attenzione verso i problemi che dobbiamo affrontare. Spesso queste persone a cui va garantita assistenza e supporto defecano e urinano o vomitano davanti ai nostri locali e protestano addirittura se laviamo. In alcuni momenti la puzza è insopportabile. Non accettano aiuto e non vogliono andare nei centri preposti. Bisogna trovare una rapida soluzione prima che la situazione degeneri ulteriormente”
. Sono state queste le parole di un desolato Nando Cirella, uno degli imprenditori che, tramite un bando del Comune di Napoli, da poco più di un anno, hanno preso in gestione i locali della Galleria Principe Umberto.

“Bisogna intervenire al più presto per risolvere i problemi di convivenza sorti nella Galleria Principe di Napoli dove gli scontri, anche fisici, tra i clochard che vivono in zona e gli imprenditori che gestiscono i locali in quella stessa area sono ormai quotidiani, come ben sanno anche i poliziotti costretti più volte a intervenire per riportare l’ordine ed evitare che gli scontri degenerino in vere e proprie risse” hanno commentato così la vicenda il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Marco Gaudini, consigliere comunale, i quali auspicano “un intervento che coniughi le diverse esigenze, soprattutto considerando che quella zona, grazie alla presenza del Mann, museo che è letteralmente preso d’assalto dai visitatori, sta vivendo una rinascita che non va fermata, ma sostenuta”.

“Eliminare quella situazione di degrado legata alla presenza di tanti clochard è una priorità anche per la stessa dignità di quelle persone che vivono in condizioni indegne di un Paese civile” continuano Borrelli e Gaudini.
“Serve un confronto serrato tra tutte le parti in causa coinvolgendo anche i servizi sociali e sanitari per capire se quelle persone hanno bisogno di un’assistenza sociale o sanitaria visto che molti di loro sono anche tossicodipendenti o alcolizzati e necessitano di interventi particolari. Di certo non è possibile lasciare le cose così”.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania