Quantcast

Sud - cronaca

Napoli, discarica a cielo aperto invasa da topi a pochi passi dal Lungomare: protesta contro il degrado

Napoli, discarica a cielo aperto invasa da topi a pochi passi dal Lungomare: protesta contro il degrado

Un cantiere abbandonato in condizioni pietose a Napoli. Ai piedi del Monte Echia scoppia l’emergenza igiene. Il luogo che nel VIII secolo a.C. vide sorgere Partenope è diventato ormai regno di topi e degrado. È per questo che gli abitanti e i commercianti del posto hanno organizzato una manifestazione di protesta urlando la loro disperazione facendo appello all’amministrazione comunale. «Non possiamo restare ancora in queste condizioni», fanno presente i cittadini.
I lavori di riqualificazione del quartiere, previsti da tempo, avrebbero dovuto portare alla costruzione di un impianto elevatore e i lavori avrebbero dovuto essere ultimate nel lontano 13 aprile del 2012. Ad oggi invece è ancora tutta fermo e l’area, recintata per motivi di sicurezza, ospita ormai ratti e sporcizia.
«È vergognoso che una zona come Santa Lucia, una delle zone più belle e turistiche di Napoli a pochi passi dal lungomare e dai grandi alberghi, debba essere teatro di una discarica a cielo aperto», attacca il consigliere della I Municipalità Andrea Parisi. E aggiunge: «È necessario scendere in piazza chiedendo ascolto visto che il problema giace lì da anni».
Dello stesso parere Anna Bruno, consigliere della I Municipalità con delega alla manutenzione: «Mentre Palazzo San Giacomo stanzia 13 milioni di euro per rifare la pavimentazione del lungomare, Santa Lucia è abbandonata a se stessa, con grave disagio degli abitanti e delle attività commerciali. Una situazione inaccettabile». E questa volta la Bruno propone un ultimatum: «Se il Comune non interverrà entro una settimana, entreremo tutti noi nel cantiere per pulire e derattizzare».

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania