Quantcast

Sud - cronaca

Napoli, il Comune si scusa ma Tatafiore è deciso: “La fontana torni dov’era”

Non accenna a placarsi la polemica

La polemica per la rimozione dalla fontana da via Scarlatti non s’arresta, nemmeno di fronte alla mediazione di Elena Coccia, presidente della Commissione Cultura del Comune di Napoli, che ha invitato Ernesto Tatafiore a Palazzo San Giacomo per un incontro chiarificatore.

Il 14 di agosto il servizio Beni Culturali del Comune ha disposto la rimozione della fontana ‘Itaca’ che si trova dal 1999 nell’area pedonale di via Scarlatti, per consentire il rifacimento dei collegamenti (elettrici e idrici) e per restaurare l’opera. Il primo settembre la fontana è stata portata via e in quel momento s’è aperta la battaglia fra opposte fazioni. Da una parte un comitato di cittadini ha festeggiato perché da anni chiedeva che quell’opera fosse rimossa e continua ancora oggi a chiedere che non torni al suo posto con una petizione online che ha superato le mille firme; dall’altra parte ha protestato la porzione della città che ritiene quella fontana un’opera d’arte maltrattata dal Comune. In testa al plotone dei contestatori proprio Ernesto Tatafiore, l’autore dell’opera il quale ha scoperto la vicenda dai giornali e s’è lamentato per non essere stato coinvolto nel progetto. Tatafiore ha minacciato causa al Comune e ha chiesto le scuse di Palazzo San Giacomo.

Print Friendly, PDF & Email
Tags

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania