Quantcast

Banner Gori
napoli campania medici dottori camici bianchi foto free google
Sud - cronaca

Napoli, aggressione ai danni del personale medico e delle guardie giurate del Cardarelli

Napoli, aggressione ai danni del personale medico e delle guardie giurate del Cardarelli, Borrelli (VERDI): “Ennesima dimostrazione che occorre prendere provvedimenti immediati”

Ennesima aggressione ai danni del personale sanitario in un ospedale di Napoli. Come denunciato dalla pagina facebook dell’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate”, nella serata del 14 marzo arriva presso la tenda della Protezione Civile al Cardarelli un ragazzo, accompagnato dai genitori, che accusa un malore ma gli viene chiesto di aspettare dato che il personale medico si stava occupando di casi più urgenti.
Il giovane decide di andarsene per poi ritornare dieci minuti più tardi in piena crisi e quando viene soccorso comincia ad aggredire infermieri e vigilanza, rompendo il setto nasale ed un labbro a due guardie giurate e strappando il camice alle infermiere.
A commentare questo ennesimo episodio di violenza è stato Consigliere Regionale dei Verdi e membro della Commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli: “Questa aggressione ai danni del personale sanitario è l’ennesima dimostrazione che occorre prendere provvedimenti immediati affinché medici ed infermieri possano lavorare nella massima sicurezza, c’è bisogno di inserire immediatamente presidi delle forze dell‘ordine all’interno dei pronto soccorso.
In questa emergenza sanitaria è più che doveroso proteggere e tutelare il personale sanitario che ogni giorno si prodiga per combattere questa epidemia, è la nostra speranza e dobbiamo allora garantire a chi lavora nei pronto soccorso piena sicurezza.” 

A commentare questo ennesimo episodio di violenza è stato Consigliere Regionale dei Verdi e membro della Commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli: “Questa aggressione ai danni del personale sanitario è l’ennesima dimostrazione che occorre prendere provvedimenti immediati affinché medici ed infermieri possano lavorare nella massima sicurezza, c’è bisogno di inserire immediatamente presidi delle forze dell‘ordine all’interno dei pronto soccorso.
In questa emergenza sanitaria è più che doveroso proteggere e tutelare il personale sanitario che ogni giorno si prodiga per combattere questa epidemia, è la nostra speranza e dobbiamo allora garantire a chi lavora nei pronto soccorso piena sicurezza.” 

Print Friendly, PDF & Email
loading...

In merito all'autore

Avatar

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

WhatsApp chat