Quantcast

Sud - cronaca

Napoli, aggredita la dottoressa della campagna anti-aggressioni

L’episodio è accaduto sabato, ma la notizia è stata diffusa solo ieri

Ancora un episodio di violenza ha visto protagonista la categoria dei medici. Sono due i casi nuovi che portano nuovamente e drammaticamente alla ribalta la categoria degli operatori sanitari nel mirino dei violenti di turno che sfogano la propria rabbia contro chi lavora soprattutto in presidi che rappresentano una vera e propria prima linea nella Sanità napoletana.

Non a caso i raid di ieri si sono verificati a Giugliano e nel Rione Sanità. Cominciamo da primo episodio. Siamo all’interno dell’ospedale “San Giuliano” di Giugliano. Schiaffi, insulti e spintoni. È l’ennesimo episodio che si verifica nella struttura del popoloso comune dell’hinterland. Vittima dell’aggressione, una giovane dottoressa schiaffeggiata dai parenti di un paziente. L’episodio si è verificato sabato, ma se ne è avuta notizia soltanto ieri. Paradossale coincidenza: la giovane dottoressa aveva prestato il proprio volto per una campagna di comunicazione contro la violenza sugli operatori sanitari.

Il medico non ha reagito alle accuse e alle pesanti provocazioni verbali e si è immediatamente ritirata nel retro delle sale mentre a difenderla sono accorsi colleghi e infermieri. Ad scatenare la ressa è stato un uomo, che insieme ad altri parenti, si rifiutava di lasciare il box nel quale era stata soccorsa e ricoverata una donna.

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania