Quantcast

Sud - cronaca

Ministro Grillo-De Luca, è scontro totale sull’ospedale dei bambini

La divergenza è sul punto di nascita

È scontro tra De Luca e il ministro Grillo sul punto nascita che dall’Ospedale del mare dovrebbe passare al Loreto Mare. Il polo di Napoli Est da pronto soccorso di base diventa un Dea di I livello autorizzando 12 posti letto di Chirurgia di Urgenza, 8 posti tecnici di Osservazione breve intensiva (annessi al pronto soccorso) e 4 ulteriori unità di Neurochirurgica.

Segna così la seconda tappa per raggiungere la configurazione finale a fine anno, quando vestirà i panni di un Dea (dipartimento di emergenza) di II livello. Ossia un ospedale della stessa complessità clinica e assistenziale del Cardarelli, ma orfano del polo materno-infantile destinato al Loreto Mare. Un assetto previsto dal Piano ospedaliero proposto nel 2016 approvato più volte ai tavoli del ministero della Salute ma oggi, dopo il cambio di guardia al Dicastero, duramente avversato dal ministero della Salute Giulia Grillo che dunque sposa le tesi di addetti ai lavori, sindacati della dirigenza medica e società scientifiche.
Proprio il ministro Grillo – che già nella visita di metà luglio a Napoli disse che non avrebbe mai consentito lo smantellamento del Nido e della Ginecologia attrezzati a Napoli est e costati 4 milioni di euro – ieri è tornata a puntare il dito sulla scelta della Regione. “Apprendo dalle agenzie di stampa – avverte in una nota – che il presidente De Luca ha inviato al ministero il nuovo Piano ospedaliero. Dalle sue dichiarazioni si intende che, contravvenendo a quanto prescritto dal decreto ministeriale 70 (quello che definisce gli standard ospedalieri, ndr) nel nuovo Piano non è previsto il Polo materno-infantile all’Ospedale del mare, autorizzando a delocalizzare tutte le attrezzature al vecchio ospedale Loreto Mare. Mi riservo di vedere il testo – aggiunge il ministro – ma De Luca si faccia una ragione che non passerà alcuna richiesta di accreditare un piccolo punto nascita, in deroga al parere negativo di tutte le maggiori associazioni scientifiche nazionali di ostetricia, pediatria e neonatologia. Ribadisco quanto già detto in quell’occasione: per smantellarlo De Luca deve passare sul mio corpo”.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania