Sud - cronaca

Inaugurazione dei nuovi reparti al San Leonardo. De Luca: “Orgoglioso del primato regionale di Castellammare”

San Leonardo

Una nuova area operatoria e una nuova ala del reparto di Ostetricia e Ginecologia sono state inaugurate oggi all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia. Presenti al taglio del nastro il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il primo cittadino stabiese Antonio Pannullo, e il vice sindaco Andrea Di Martino.

Ad accoglierli e fare da cicerone, è stato il primario di ginecologia ed ostetricia Eutalia Esposito. La dottoressa, nel mostrare ai presenti le nuove sale e attrezzature, ha sottolineato l’importanza del lavoro di squadra: “La struttura è stata migliorata ed ampliata grazie all’impegno e alla professionalità di tutti, dai medici agli infermieri, dagli operatori sanitari agli addetti alle pulizie”.

Ha anche mostrato, visibilmente commossa, il quadro in ceramica affisso al corridoio del reparto che spiega in tre parole la filosofia che anima i sanitari del San Leonardo: “Noi siamo presenti”.

Il presidente della Regione Campania si è detto orgoglioso dei risultati raggiunti dal nosocomio stabiese e ha aggiunto: “Abbiamo un primato regionale, ovvero il reparto che fa il più alto numero di parti, ciò non può che fare onore alla Regione. Ci sono altri investimenti previsti, anche per il pronto soccorso che è uno dei punti fondamentali per migliorare il servizio sanitario”. A quanti continuano a lamentarsi dei disservizi consiglia di imparare a non essere sempre insoddisfatti perché in Campania “c’è una situazione migliore di Milano o di Torino”. Si è complimentato con il direttore amministrativo, la dottoressa Costantini, la quale ha specificato che, dopo 20 anni, i lavori di ristrutturazione sono stati fondamentali. E grazie ad altri 5 milioni investiti nella struttura stabiese, sarà possibile avere un’area per le operazioni chirurgiche.

Anche il sindaco Antonio Pannullo si è detto soddisfatto di questi miglioramenti e del primato che l’ospedale stabiese ha su scala regionale, ma ha specificato che questo non rappresenta un punto di arrivo ma uno sprone al miglioramento che può avvenire grazie al lavoro quotidiano e costante di tutti: “I numeri dicono che siamo i primi in Campania, ma si può migliorare. Stanno attivando funzioni per assicurare il sussidio anche al pronto soccorso, che può essere considerata una zona di frontiera. Si può costruire qualcosa di sodo lavorando giorno per giorno, nella quotidianità. Un ringraziamento va alla dirigenza dell’Asl e alla Regione Campania per il sostegno”.

 

In merito all'autore

Luisa Di Capua

Nata a Castellammare di Stabia il 7 febbraio 1992.
Laureata in Lettere Moderne presso l’Università degli studi di Napoli Federico II, con specializzazione magistrale in Giornalismo e Cultura editoriale all’Università degli Studi di Parma.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale