Quantcast

Sud - cronaca

Guerra di camorra a Napoli: terzo omicidio in tre giorni

Incendiata un’auto per cancellare le prove

Una mini-discarica accanto al cadavere, un’automobile incendiata per cancellare le tracce, un pezzo di terreno come tomba: è questo lo scenario del terzo omicidio che si è consumato in tre giorni nella periferia di Napoli, tra Caivano e Orta di Atella, dove, questa mattina, è stato ritrovato il cadavere di un uomo crivellato da cinque colpi di pistola.

Sul posto, i carabinieri della stazione di Orta di Atella e della compagnia di Marcianise. La vittima è Ferdinando Fenice, 37enne di Grumo Nevano, già pregiudicato per droga. Gli investigatori non escludono che la morte dell’uomo possa essere collegata agli altri omicidi che si sono registrati nel Napoletano negli ultimi giorni. Sul posto i carabinieri hanno trovato una Fiat 500 L di colore bianco bruciata e con diversi colpi di pistola nello sportello.
“Vogliamo vederlo”. Questa la richiesta dei familiari della vittima, accorsi sul posto dopo aver appreso la notizia del ritrovamento. Ma le forze dell’ordine – coodinate dal capitano della compagnia di Marcianise, Luca D’Alessandro – non hanno fatto avvicinare nessuno alla vettura, probabilmente parcheggiata già questa notte ai margini di via Pigna a Orta di Atella, nei pressi dello svincolo di Caivano della strada statale Nola-Villa Literno.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania