Quantcast

Funivia
Sud - cronaca

Funivia del Faito: le perplessità dopo il problema “imprevisto”. E intanto si attende

È scontato che l’opinione pubblica resti perplessa: com’è possibile che la funivia del Faito riaperta sabato scorso sia stata richiusa per “problemi tecnici” il giorno dopo? Sembra strano se si considerano le dichiarazioni rilasciate dal direttore del servizio e dai vari funzionari all’inaugurazione: “Non ci sono lavori straordinari da eseguire sull’impianto, ma solo quelli ordinari come il giro di prova eseguito ogni mattina per verificare che sia tutto sotto controllo”.

Dunque era tutto sotto controllo, tanto che la “panarella” ha fatto su e giù per la montagna per un giorno e mezzo. Poi il comumicato inaspettato dell’EAV: “Attenzione, il servizio Funivia del Faito è momentaneamente sospeso. Funivia chiusa per imprevisto problema tecnico. Tempi previsti per la soluzione 24-48 ore. Predisposto servizio sostitutivo automobilistico”.

Ma com’è possibile? Può essere definito “imprevisto” un problema ad un rullo dell’ingranaggio? Il presidente dell’EAV, Umberto De Gregorio, ha così commentato la vicenda sulla sua pagina Facebook: “La sicurezza prima di tutto. Quindi se c’è solo un piccolo dubbio e se il direttore responsabile dell’esercizio decide di fermare la funivia, la funivia si deve fermare. Comanda lui, lui ha la responsabilità. Capisco tuttavia che l’opinione pubblica resti perplessa. Dopo tanti giorni di prova ed il nulla osta ricevuto dal Ministero, il problema dell’usura del ‘rullo’ non era emerso? Non spetta a me rispondere a questa domanda ma agli ingegneri”.

Domandare agli ingegneri? Lo abbiamo fatto. Qual è stata la risposta di uno di loro? “Non voglio rilasciare dichiarazioni, sono troppo arrabbiato”. Questo però al momento dell’inaugurazione, quindi prima del “problema imprevisto”. Perché rabbia e non entusiasmo? Dopo 5 anni e tanti rinvii la storica panarella di Castellammare di Stabia avrebbe di nuovo portato i cittadini in montagna e incrementato il famoso turismo, perché mai questo dovrebbe suscitare rabbia? Abbiamo rispettato la decisione del parziale silenzio, ma comunque gli interrogativi restano.

La risoluzione del problema è prevista tra le 24-48 ore. Aspettiamo. Aspettiamo sempre. Ricordiamo che la funivia doveva riaprire il 15 agosto, ma affinché tutto fosse “normale” abbiamo atteso altri 11 giorni per vederla in funzione per un intenso giorno e mezzo. Cosa saranno adesso qualche ora? Sempre che queste non si trasformino in giorni, in mesi o in anni.

A cura di Luisa Di Capua

 

 

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Luisa Di Capua

Nata il 7 febbraio a Castellammare di Stabia.
Laureata in Lettere Moderne presso l’Università degli studi di Napoli Federico II, con specializzazione magistrale in Giornalismo e Cultura editoriale all’Università degli Studi di Parma.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania